/ Attualità

Attualità | 28 febbraio 2023, 17:11

Alba-Torino in bus: ora si può caricare anche la bicicletta

Dal 1° marzo Gtt mette in strada 20 nuovi autobus dotati di rastrelliera. Ogni mezzo può caricare fino a sei mezzi a due ruote. L'iniziativa sarà gratuita per sei mesi

I nuovi bus dotati di rastrelliera per trasporto biciclette: i  nuovi autobus Crossway di IVECO BUS saranno attivi sulla linea extraurbana GTT Alba-Torino

I nuovi bus dotati di rastrelliera per trasporto biciclette: i nuovi autobus Crossway di IVECO BUS saranno attivi sulla linea extraurbana GTT Alba-Torino

In autobus a Torino da Alba, andata e ritorno, con bici al seguito. Dal 1 marzo, il mese che porta verso l’inizio della primavera, la GTT testerà un servizio sperimentale di trasporto bici sulla linea Extraurbana Torino-Alba, grazie all’entrata in servizio dei nuovi autobus Crossway di IVECO BUS. I 20 mezzi, presentati a fine gennaio e assegnati al deposito di Canale, sono attrezzati con una rastrelliera portabici posteriore per consentire il trasporto di biciclette da parte dei clienti.

Ogni mezzo potrà trasportare al massimo 6 bici per un servizio bike-friendly che punta a favorire l’intermodalità bus/bici con interessanti potenzialità di sviluppo. La sperimentazione sarà gratuita per almeno sei mesi per tutti i passeggeri, e, in questa fase, non è necessaria la prenotazione.

Come fare ad usufruire del servizio?

Le biciclette possono essere caricate alle fermate di Torino piazza Bengasi, a Pralormo (piazza) ed al capolinea di Alba. Lo stesso passeggero del bus può collocare la propria bicicletta sulla rastrelliera posteriore, mentre l’autista verificherà il corretto posizionamento e attiverà l’antifurto. Giunti a destinazione, il conducente sbloccherà la rastrelliera e il cliente potrà recuperare la propria bici.

Gli investimenti per l’acquisto dei mezzi sono parte di un progetto più ampio di rinnovo della flotta dei veicoli extraurbani GTT che prevede, entro la fine del 2023, un totale di 134 nuovi autobus: complessivamente l’età media del parco mezzi si attesterà sui cinque anni.

Sono veicoli tecnologicamente all’avanguardia, di nuova concezione, motorizzati Euro 6, e presentano l’ultimo aggiornamento disponibile sul mercato in termini di emissioni (Step E) per una mobilità sempre più sostenibile.

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium