/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2020, 15:11

A Montà i positivi sono 16, il sindaco emana ordinanza con restrizioni su sport e celebrazioni di Ognissanti

Dal primo cittadino Andrea Cauda un invito al massimo rispetto delle norme e indicazioni utili a evitare il rischio di un allargamento del contagio

Il sindaco di Montà Andrea Cauda

Il sindaco di Montà Andrea Cauda

Anche Montà si trova a fare i conti con l’avanzare della seconda ondata di infezione da Covid-19. In pochi giorni i residenti positivi al Coronavirus sono saliti a quota 16. Al fine di contrastare l'aumento dei contagi il sindaco Andrea Cauda ha appena emesso un'ordinanza volta a limitare possibili assembramenti sul territorio comunale.

Sentito al telefono, il primo cittadino spiega al nostro giornale: "Tra le persone contagiate figurano soprattutto studenti e loro familiari. Nella maggior parte dei casi sono persone in condizioni di salute buone, con leggeri sintomi. Al momento si trovano in isolamento presso le proprie abitazioni. Una condizione che è fondamentale rispettare in modo rigoroso".

Nell’ordinanza, inviata al Comando Stazione Carabinieri di Canale e alla Polizia Locale, si prevedono le seguenti prescrizioni:
- si autorizza l’apertura e l’utilizzo degli impianti sportivi comunali e delle palestre comunali a condizione che venga inibito l’accesso a persone terze alle attività sportive e, in particolare, al pubblico e alle famiglie degli atleti;
- l’uso dei locali spogliatoio e docce presso gli impianti sportivi è autorizzato per le sole gare ufficiali di campionato organizzate dalle Federazioni ed enti sportivi, a condizione che sia garantito il distanziamento fisico;
- in occasione della Festività di Ognissanti e della ricorrenza dei defunti dei giorni 1 e 2 novembre 2020 sono vietate le funzioni religiose all’interno dei cimiteri comunali.
 
Inoltre il sindaco chiede ai cittadini di limitare gli spostamenti dalla propria abitazione per le sole esigenze essenziali e strettamente utili. "Confido nella buona volontà di tutti i concittadini e nella loro comprensione del periodo complicato che stiamo vivendo, e auspico che le precauzioni che chiedo a tutti di adottare siano sufficienti a evitare l’ulteriore espandersi dei contagi e la adozione di più severe e pesanti disposizioni".

Nello specifico il primo cittadino raccomanda ancora:
- che vengano evitati assembramenti di persone in aree aperte o al chiuso;
- che le associazioni montatesi si facciano carico di limitare quanto più possibile le attività sociali ed associative e che, in ogni caso, gli incontri e ritrovi siano fatti con la partecipazione di non più di 6 persone;
- che le visite cimiteriali avvengano nel tempo strettamente necessario allo scopo, senza indugiare all’interno del cimitero, così come all’esterno e senza che si formino assembramenti;
- che gli accessi agli uffici comunali avvengano in modo scaglionato e con la minor presenza possibile di persone all’interno degli uffici, previa misurazione della temperatura corporea e che i dipendenti comunali si adoperino per favorire queste misure precauzionali;
- che i gestori degli esercizi commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande facciano in modo che siano rispettate le norme sul distanziamento, sulla diluizione della presenza di persone nell’esercizio e sulla igiene. Ed inoltre attivino ove possibile le modalità di consegna a domicilio dei propri prodotti.

Tiziana Fantino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium