/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2023, 12:18

Bra, don Giorgio Garrone è il nuovo rettore del seminario di Torino

Cinquantasei anni, dal 1° settembre succederà a Ferruccio Ceragioli lasciando l'incarico assunto dal 2011 come parroco a Sant’Andrea e Sant’Antonino

Don Giorgio Garron, dal 2011 parroco delle chiese braidesi di Sant’Andrea Apostolo e Sant’Antonino

Don Giorgio Garron, dal 2011 parroco delle chiese braidesi di Sant’Andrea Apostolo e Sant’Antonino

Don Giorgio Garrone, 56 anni, parroco a Bra, è stato nominato rettore del Seminario di Torino, la comunità che forma i sacerdoti della Diocesi. 

L’ha annunciato l’arcivescovo monsignor Roberto Repole giovedì 25 maggio, esprimendo grande riconoscenza al rettore uscente don Ferruccio Ceragioli, che guidava il Seminario dal 2014 e in precedenza aveva prestato servizio come vicerettore, come rettore del Seminario Minore e della comunità Propedeutica. L’arcivescovo ha anche ringraziato per il suo lungo servizio il vicerettore uscente, don Antonio Sacco.

Don Garrone entrerà in servizio il prossimo 1° settembre, lasciando l’incarico a Bra. Originario di Villarbasse, nato il 29 agosto 1966, è stato ordinato sacerdote nel 1994 e ha un fratello prete, don Gilberto. In quasi trent’anni di ministero è stato parroco a Bra dal 2011 (Sant’Andrea e Sant’Antonino), parroco a Druento (2001-2011), viceparroco a Torino nella parrocchia Natività di Maria Vergine (1999-2001), viceparroco a Orbassano (1994-1999). È stato anche responsabile diocesano dell’associazione degli oratori Anspi e dell'associazione Noi Torino.

L’arcivescovo ha inoltre annunciato la nomina del nuovo Rettore della comunità Propedeutica, che forma i candidati all’ingresso in Seminario: ne assumerà la guida don Simone Sassi, 45 anni, viceparroco a Orbassano. Originario di Torino, nato il 2 novembre 1977, don Sassi si è formato nella Diocesi di Frosinone presso la Casa Emmanuel della Comunità Nuovi Orizzonti ed è diventato prete nel 2017. Sostituirà don Alessandro Marino, che ha guidato la Propedeutica dal 2015 e per questo lungo servizio è stato salutato con molta riconoscenza dall’Arcivescovo.

Redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium