/ Attualità

Attualità | 06 aprile 2022, 11:51

Rischio salmonella: Ferrero ritira lotti di Kinder Schoko-Bons dal mercato italiano

Richiamo volontario e precauzionale su ovetti confezionati nello stabilimento belga di Arlon. Il gruppo albese rassicura: "Ad oggi nessun prodotto analizzato sui mercati coinvolti dal ritiro è risultato contaminato"

I prodotti interessati dal richiamo

I prodotti interessati dal richiamo

Un richiamo "volontario e precauzionale" quello che ha visto il Gruppo Ferrero disporre il ritiro sul mercato italiano di specifici lotti di produzione di Kinder Schoko-Bons realizzati ad Arlon, lo stabilimento belga nel quale sono stati confezionati gli ovetti Kinder Sorpresa al centro dell’analogo provvedimento comunicato sabato 2 aprile con riferimento ai punti vendita del Regno Unito per il rischio di una possibile contaminazione da salmonella.

A comunicarlo è lo stesso gruppo dolciario, che spiega di aver assunto tale iniziativa "in accordo con le autorità sanitarie nazionali" e sottolinea che "tutti gli altri prodotti Ferrero, compresi i prodotti Kinder dedicati alla Pasqua e tutte le caratterizzazioni della ricorrenza pasquale, non sono coinvolti dal richiamo".

"Come precauzione – si ribadisce in una nota diffusa dal gruppo – Ferrero ha preso la decisione volontaria di richiamare specifici lotti di produzione di Kinder Schoko-Bons con data di consumo preferenziale compresa tra il 28 maggio 2022 e il 19 agosto 2022. Ferrero intende, inoltre, rassicurare di non aver ricevuto negli ultimi 6 mesi in Italia contatti di consumatori o reclami per indisposizione a seguito di consumo di prodotti Kinder. Ferrero rassicura inoltre che, ad oggi, nessun prodotto analizzato sui mercati coinvolti dal richiamo è risultato contaminato da salmonella".

L’azienda invita chiunque abbia acquistato e non ancora consumato il prodotto Kinder Schoko-Bons, nelle date di consumo preferenziale suddette, a non consumarlo, a conservarlo e quindi a contattare il servizio clienti al numero verde 800 90 96 90.

"Questa decisione volontaria e precauzionale – si conclude – è in linea con i valori che da sempre guidano il Gruppo Ferrero, quali la massima priorità alla tutela del consumatore, alla qualità e alla sicurezza alimentare dei propri prodotti".

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium