/ Attualità

Attualità | 04 giugno 2020, 17:30

Ferrero punta forte sugli Usa: presto un nuovo centro di distribuzione in Georgia

Con la piattaforma di McDonough la multinazionale albese procede sulla strada già tracciata con le acquisizioni di Fannie May, Ferrara Candy Company e dei marchi a stelle e strisce di Nestlé. Entro settembre l'operatività. Darà lavoro a 250 addetti

Ferrero punta forte sugli Usa: presto un nuovo centro di distribuzione in Georgia

L’annuncio, subito rilanciato dalla stampa d’oltreoceano, arriva da Ferrero Usa: entro settembre la controllata nordamericana della multinazionale dolciaria albese renderà operativo il nuovo centro di distribuzione realizzato a McDonough, nella contea di Henry, cittadina da 22mila abitanti a circa 40 km da Atlanta, in Georgia.

Un impianto di nuova costruzione, con una superficie di 728.000 piedi quadrati (67mila metri quadrati) e che secondo i piani della società dovrebbe dare lavoro a un totale 250 addetti.

L’operazione fa seguito agli importanti investimenti che il gruppo della Nutella ha recentemente effettuato nel continente a stelle e strisce, con l’obiettivo di accompagnare le strategie di espansione che da tempo lo vedono impegnato quale terzo player – dietro soltanto a Mars ed Hershey – di uno dei più rilevanti mercati mondiali del settore dolciario.

In questa direzione l’ampliamento della sua sede in New Jersey, l’apertura di nuovi centri di distribuzione in Pennsylvania e Arizona, nonché la presa in carico dei due stabilimenti produttivi di Bloomington e Franklin Park, in Illinois, rilevati con l’acquisizione del business dolciario Usa di Nestlé, operazione da 2,8 miliardi di dollari perfezionata nel gennaio 2018 e ultimo tassello di una campagna acquisti che, sempre in Nord America, aveva visto l’azienda di Alba mettere le mani su altri storiche realtà quali Fannie May e Ferrara Candy Company.

La struttura della Georgia migliorerà la capacità dell’azienda italiana di distribuire in tutto il Nord America il proprio crescente portafoglio di marchi, a partire dai nuovi ingressi Butterfinger, Baby Ruth e Crunch, acquisiti proprio da Nestlé. Solo in un secondo momento la struttura assumerà la distribuzione di altri brand tra cui Rocher, Nutella, Tic Tac e Kinder.

"Ferrero è impegnata a continuare a crescere negli Stati Uniti – ha affermato in una nota ripresa dalla stampa Paul Chibe, presidente e Ceo di Ferrero Nord America –. Il centro di distribuzione McDonough ci aiuterà a portare i nostri prodotti a più persone sul mercato e offrirà importanti opportunità di lavoro nella contea di Henry".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium