/ Attualità

Attualità | 05 giugno 2023, 15:28

Ad Alba l'Azzurro di Napoli ha colorato piazza Cagnasso per lo scudetto

Domenica 4 giugno circa 500 tifosi hanno festeggiato il terzo scudetto della società di calcio grazie all'iniziativa della costituente associazione culturale “Club Napoli Langhe e Roero” di Ermanno Pastore. E non è mancato il saluto in video chiamata dello chef Antonino Cannavacciuolo

La festa per lo Scudetto del Napoli ad Alba, tra musica, colori e allegria

La festa per lo Scudetto del Napoli ad Alba, tra musica, colori e allegria

L’Azzurro, un colore che domenica 4 gennaio è diventato protagonista in piazza Cagnasso ad Alba. L’Azzurro, la tonalità del mare, e di una città che, dopo 33 anni, torna ad assaporare il dolce sapore della vittoria. Come sappiamo da alcune settimane, il Napoli è diventato Campione d’Italia per la terza volta nella sua storia, dopo gli storici scudetti firmati da Maradona e compagni negli anni ’80. Sembra una vita fa, ma il ricordo del grande fuoriclasse argentino, scomparso a 60 anni nel 2020, è ancora vivo, e dietro questa vittoria c’è sicuramente anche il suo zampino, o meglio la sua “Mano de Dios”, espressione diventata famosa dopo quel gol segnato da “El pibe de Oro” durante Argentina-Inghilterra ai Mondiali 1986, poi vinti dall’Albiceleste (3-2 in finale alla Germania Ovest).

Tornando ai nostri tempi, grazie all’iniziativa della costituente associazione “Club Napoli Langhe e Roero”, i tifosi del Napoli che vivono ad Alba e dintorni hanno vissuto una giornata dedicata alla loro squadra del cuore, tra musica, cori, allegria e fuochi d’artificio, in una festa ben riuscita.

«Un pomeriggio che è cresciuto durante le ore di festa - afferma Ermanno Pastore - , tra street food, animazione di Radio Bra on the Rocks, il saluto delle autorità e del gradito ospite telefonico Antonino Cannavacciuolo. Eravamo circa 500 persone in piazza, e siamo stati molto contenti. Edoardo Scarpetta ha presentato le sue opere in stampa 3D riproducendo Osimehn e Maradona come busto. Abbiamo anche cantato live brani napoletani e di tifoserie. Verso le ore 17 abbiamo brindato e poi, al Casta Hotel, abbiamo visto l’ultima partita di campionato Napoli-Sampdoria. Abbiamo festeggiato l’ennesima vittoria dei partenopei in un ordinato carosello serale. I fuochi d’artificio hanno concluso la festa. Il coinvolgimento degli albesi anche in piazza Michele Ferrero ci ha fatto molto piacere. Il calcio è anche spontaneità ed è importante a livello sociale come interscambio anche culturale.

Ringrazio gli sponsor sponsor Santero e il ristorante "La nuova Partenope", il Comune di Alba per il Patrocinio, il Governatore del Piemonte Alberto Cirio, il Consigliere allo Sport Daniele Sobrero, l’assessore Massimo Reggio, il Consigliere Fabio Tripaldi, e lo chef Antonino Cannavacciuolo per il collegamento video di auguri. E, in ultimo, ma non per importanza, tutti coloro che si sono impegnati per la buona riuscita dell’evento, ed i tifosi accorsi in piazza. Forza Napoli!».

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium