/ Attualità

Attualità | 11 maggio 2023, 07:01

A Corneliano d’Alba si illustra il piano dei lavori alla Torre medievale

Intanto si sta restaurando l’antico organo settecentesco della parrocchia. Primi passi per il centro polifunzionale in via Castellero

A Corneliano d’Alba si illustra il piano dei lavori alla Torre medievale

Appuntamento sabato 20 maggio ore 17.30 a Corneliano d’Alba presso il salone del centro polifunzionale 'Cascina del Parroco' in piazzetta Trinità, per un incontro illustrativo dello stato dei lavori sulla Torre e sul 'Belvedere d’Curnian'.

Interverranno il presidente della 'Fondazione Torre di Corneliano Onlus', Alessandro Torreri e gli architetti Maurizio e Chiara Momo, per spiegare cosa è ancora necessario fare per completare la costruzione del Belvedere e dell’ultima parte della sommità, dalla quale si potrà ammirare un panorama unico su Roero, Langa e su tutta la cerchia alpina ligure e piemontese.

La Fondazione, nata nel 2013, ha già potuto eseguire numerosi interventi di recupero, ingegneria naturalistica e messa in sicurezza del sito che sovrasta il paese, dove sorge l’unica torre decagonale in Italia, commissionata nella seconda metà del 1200 dalla famiglia albese De Braida ad abilissime maestranze astigiane. Alta 22,94 metri, larga 7,20 con mura spesse mediamente 1,45 metri è la parte rimanente di un sistema di almeno altre due torri. Per molti anni lasciata cadere in stato di abbandono è oggi in cura grazie a questa Fondazione, al Comune e all’attaccamento dei contribuenti che devolgono il loro 5 per mille in favore del loro monumento simbolo o aderiscono alla campagna “Adotta uno scalino”: la scala interna ne conta ben 120! Naturalmente i costi dei lavori già effettuati e quelli che porteranno al completamento del suo recupero con la parte sommitale, sono stati resi possibili dai finanziamenti ottenuti con i bandi pubblici di CRC, CRT, Compagnia di San Paolo e altri, nonché dai contributi dei soci benemeriti. Serve un ultimo sforzo e il 20 maggio se ne saprà di più.

Un altro grosso intervento di recupero sta riportando all’antico splendore l’organo settecentesco nella parrocchia dei Santi Gallo e Nicolò. Dopo l’ultimo restauro degli anni ’70, lo strumento era diventato inutilizzabile. Ora la sua parte lignea è affidata alle abili mani delle restauratrici Federica BindaAlessandra Rosso e Francesca Selle, mentre della rimanente messa a punto dello strumento si occuperà la ditta Maffucci di Pistoia. 

Come ha sottolineato Il parroco don Alessandro Settimo la spesa di restauro ammonta a 121.584 euro + IVA, coperte in buona parte con contributi provenienti da C.E.I, CRT e CRC e dalle generose offerte pervenute alla cantoria parrocchiale, che ha formato un comitato e promosso l’iniziativa. Altre ingenti spese si prospettano a carico della parrocchia di Corneliano per la messa in sicurezza della Chiesa parrocchiale, che ha parti murarie danneggiate dall’umidità e per lavori da eseguire nella vicina cappella di Santa Elisabetta. La vendita del campo parrocchiale di via Castellero, di difficile gestione per la parrocchia, ha consentito di mitigare gli impegni finanziari.

La sindaca Alessandra Balbo ha spiegato: “Abbiamo acquistato l’area di 8500 metri quadrati, vincolata a beni e servizi nel 2022, per la cifra di 120.000 euro. Si potrà utilizzare per la costruzione del salone polifunzionale e della nuova sede della Protezione Civile, che spero di veder cominciata prima della fine del mio mandato. Siccome l’area è molto grande si può pensare di destinarne una parte per spettacoli all’aperto o per zone fitness o pic-nic: saranno le prossime amministrazioni a decidere. Sottolineo che il comune ha acquistato il campo dalla parrocchia con l’intenzione di mantenerne le finalità e la destinazione in favore della comunità di Corneliano".

Silvano Bertaina

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium