ELEZIONI REGIONALI
 / Attualità

Attualità | 14 aprile 2023, 14:01

Un milione di euro dalla Regione per il turismo termale piemontese. Bongioanni: "Ossigeno per il cuneese"

Il consigliere regionale FdI:"L’emendamento prevede non solo interventi sulle strutture per favorirne la riapertura, ma rilancia anche il concetto del voucher per incentivare il turismo termale"

Un milione di euro dalla Regione per il turismo termale piemontese. Bongioanni: "Ossigeno per il cuneese"

Un contributo complessivo di un milione di euro per il turismo termale piemontese: 800.000 euro come contributo una tantum agli stabilimenti termali piemontesi per sostenere la riapertura e la ripartenza dopo i difficili anni della pandemia e l’avvio della nuova stagione turistica, e 200.000 euro sotto forma di voucher-servizi destinati a incentivare il turismo nelle strutture termali del Piemonte.

È il risultato di un emendamento al Bilancio di previsione 2023 della Regione Piemonte (tecnicamente Disegno di legge regionale n. 231/2022), in discussione in questi giorni a Palazzo Lascaris: un intervento che il capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale del Piemonte Paolo Bongioanni accoglie con grande favore: «È un provvedimento che ho immediatamente condiviso con il presidente Alberto Cirio, che ringrazio, e che sosterremo con convinzione nel voto d’Aula della settimana prossima per cercare di dare quanto prima al territorio questa opportunità straordinaria».

Spiega Bongioanni: «È una misura di forte attenzione al sistema termale del Cuneese, che seguo da anni fin da quando ero direttore dell’Atl e che purtroppo sta attraversando un periodo di gravissima difficoltà. È una boccata d’ossigeno per un sistema che può generare flussi importanti e momenti di promozione sensibili. L’emendamento prevede infatti non solo interventi sulle strutture per favorirne la riapertura, ma rilancia anche il concetto del voucher per incentivare il turismo termale: uno strumento che avevo proposto durante la pandemia, occasione importantissima per Atl e consorzi turistici per attirare flussi dall’Italia e dall’estero».

Le risorse a disposizione andranno incontro anche alle più urgenti esigenze di rilancio del termalismo cuneese dopo gli anni della pandemia e la difficile congiuntura economica attuale. Bongioanni: «Sarà sicuramente importante l’aiuto che si potrà dare a Valdieri, e spero che anche Lurisia ne possa beneficiare. E naturalmente coltiviamo la speranza di vedere risorgere presto le terme di Vinadio, che sono state da sempre una risorsa straordinaria nel palcoscenico dell’offerta del turismo termale e montano grazie al loro meraviglioso scenario naturale».

Il provvedimento non costerà un euro in più ai cittadini piemontesi: «Lo stanziamento – sottolinea Bongioanni – non rappresenta un aggravio per la collettività perché applica il principio dell’invarianza di spesa e recupera le risorse necessarie interamente da altre poste di bilancio».

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium