/ Attualità

Attualità | 23 marzo 2023, 07:02

Alba: quasi terminato il progetto per Estate Ragazzi 2023, al via il 12 giugno

Le settimane passano da sei a otto, il prezzo di iscrizione resta invariato, e si punta sulla sinergia tra i vari centri dislocati in tutti i quartieri della città

Momenti di estate ragazzi svoltasi lo scorso anno

Momenti di estate ragazzi svoltasi lo scorso anno

Estate ragazzi 2023 lavori in corso. Il Comune, insieme alle varie associazioni e gruppi presenti nei quartieri, sta completando il progetto per i bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni. La novità è che quest’anno le settimane passano da sei a otto, sempre divise su turni da due settimane l’uno, che aumentano da tre a quattro.
L’attività inizierà il 12 giugno e terminerà il 4 agosto, con prezzo d’iscrizione invariato: 100 Euro per il primo figlio, e 50 Euro da aggiungere per ogni figlio in più. Si potrà stare nei centri dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30/12.30 e 14/17.30, con possibilità di pranzo al sacco assistito o presso locali convenzionati.

«Estate ragazzi 2023 - afferma Elisa Boschiazzo, l’assessore alla scuola - continua sulla strada tracciata nelle ultime due edizioni, in cui, grazie ad un lavoro di programmazione sinergico tra i vari attori, siamo riusciti a coinvolgere tutti i quartieri di Alba.
Stiamo ragionando anche sui contenuti da proporre ai bambini ed ai ragazzi, e stiamo pensando a varie tematiche, tra cui l’educazione al rispetto dell’ambiente.
Oltre a questo il Comune offrirà corsi di formazione agli operatori referenti dei centri che, a loro volta, porteranno il nuovo know-how all’interno dei vari gruppi. Tra i corsi anche quello di primo soccorso. Ogni gruppo di quartiere seguirà una linea comune ma sarà libero di spaziare nel settore in cui si sente più portato».


Si pensa anche alla condivisione di esperienze: «Abbiamo chiesto ai vari centri - continua l'assessore - di organizzare momenti condivisi tra di loro così da amalgamare il rapporto tra i ragazzi ed i vari gruppi di bambini, per creare sinergia, magari tramite giornate di sport, di creatività, di scambio di oggetti. Stiamo anche pensando a momenti nel weekend per i ragazzi dai 16 ai 17 anni.
Sono soddisfatta che questo modello abbia portato i frutti sperati, e che stia permettendo di usufruire di spazi importanti della città, dove aumentare la conoscenza a livello culturale, storico, di territorio. Presto renderemo noti i giorni per le iscrizioni ed invieremo il materiale di comunicazione».

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium