/ Solidarietà

Solidarietà | 30 gennaio 2023, 15:12

Donatori Aido portafortuna dello sport: per la Lorenzoni Bra uno scudetto "per la vita"

La storica dirigente Silvia Brizio: “Questo scudetto vogliamo dedicarlo alla nostra bella città, ma anche e soprattutto a chi crede nella prevenzione e forma fisica a tutela della vita, alla realtà associativa che con orgoglio portiamo sulla nostra divisa”

E' arrivato ieri lo scudetto numero 22 per i colori della Lorenzoni Bra

E' arrivato ieri lo scudetto numero 22 per i colori della Lorenzoni Bra

Un nuovo e spettacolare successo quello ottenuto ieri, domenica 29 gennaio, dall’HF Lorenzoni, storica società piemontese oggi guidata dal presidente Pino Calonico.

Il Palazzetto dello Sport di Bra è stato degna cornice delle finali del torneo a egida FIH dove ancora una volta la superiorità delle braidesi è risultata evidente per uno scudetto ottenuto nella massima categoria nazionale, la Serie A, che premia il tanto impegno profuso dalla Lorenzoni in un campionato dove ha sempre dimostrato di essere realtà di vertice.

“Siamo orgogliosi di essere riusciti ancora una volta a mettere a segno un obiettivo dall’indubbio peso e significato che ci portati ad aggiudicarci il tricolore segno distintivo che valorizza il tanto impegno profuso da tutte le nostre atlete” – dice Silvia Brizio, storico dirigente della società braidese, che aggiunge –. “Questo scudetto vogliamo dedicarlo sì alla bella nostra città di Bra, ma anche e soprattutto a chi crede nella prevenzione e forma fisica a tutela della vita, l'Associazione Italiana Donatori di Organi (Aido), realtà associativa che con orgoglio portiamo sulla nostra divisa”.

“Da tempo Aido opera nel mondo dello sport creando sinergie importanti e utili per promuovere un messaggio legato alla vita portando una speranza ai tanti pazienti che sperano nel 'dono' per ritornare in forma e questo nuovo e prestigioso risultato dell’HF Lorenzoni Bra è bello, importante e utile a una visibilità che stimola una riflessione legata a 'dono' – dice il presidente Aido Piemonte Valter Mione, a cui fa eco il vicepresidente vicario Fabio Arossa“Vedere l’esultanza e la felicità delle giovani atlete che hanno messo a segno un così prestigioso risultato non può che inorgoglire il ns. team dirigente che crede profondamente nella gioventù simbolo di vita”. “Un bel regalo quello fatto dalla società del Lorenzoni di dedicate ad AIDO lo scudetto indoor a significare un credo comune utile a ridurre le liste d’attesa per un trapianto”, conclude Gianfranco Vergnano, da tempo legato ad Aido sulla Granda e sulla città di Bra.

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium