/ Politica

Politica | 24 novembre 2022, 18:03

"Sindaco della notte" e "tavolo comunale della movida": le proposte per Cuneo da Radicali e +Europa

Ad Alba sottoscrizione per rendere accessibili i referendum comunali. A Fossano si chiede la creazione di una sala del commiato laica

Filippo Blengino, segretario di Radicali Cuneo “Gianfranco Donadei” e tesoriere di +Europa Granda

Filippo Blengino, segretario di Radicali Cuneo “Gianfranco Donadei” e tesoriere di +Europa Granda

Prosegue la raccolta firme per la mobilitazione popolare “La Granda si Muove”, lanciata da Radicali Cuneo “Gianfranco Donadei”, con +Europa e ApertaMente, in tre città della provincia: Cuneo, Fossano ed Alba.

Le petizioni popolari variano da comune a comune, ma in tutte e tre le città si richiede di rendere più accessibili gli strumenti di democrazia diretta – come i referendum comunali – anche attraverso la raccolta firme digitale.

A Cuneo si propone anche l’istituzione di un "sindaco della notte" e di un tavolo comunale della movida, per “mettere in raccordo gli operatori della vita notturna e i residenti”, e per chiedere alla sindaca Patrizia Manassero di riconoscere i figli delle coppie omogenitoriali, sull'esempio di quanto fatto a Milano da Beppe Sala.

Ad Alba invece si raccolgono firme solo su un’istanza sulla democrazia, “perché – denuncia il comitato promotore – è praticamente impossibile che i cittadini esercitino i propri diritti democratici a causa dell’elevatissimo numero di firme da raccogliere, sproporzionato rispetto a Comuni ben più grandi, come Torino”.

A Fossano si chiede anche l’istituzione di una sala del commiato per i funerali laici.

Sabato, in viale Alpi (ingresso parco cittadino) dalle 10 alle 12 a Fossano, martedì 29 novembre in piazza Galimberti-angolo via Pascal dalle 10 alle 12 e sabato 3 dicembre in corso Nizza 12 dalle 16 alle 19 a Cuneo, gli attivisti allestiranno altri banchetti dove sarà possibile per i residenti sottoscrivere le petizioni popolari.

“Invitiamo i cittadini a sottoscrivere le nostre petizioni – dichiara Filippo Blengino, segretario di Radicali Cuneo “Gianfranco Donadei” e tesoriere di +Europa Granda – perché sono strumenti fondamentali per portare la politica anche fuori dai palazzi e risolvere concretamente alcuni annosi problemi. Immaginiamo una Provincia di Cuneo più democratica, inclusiva e laica. Firmare per le nostre petizioni significa farci fare un piccolo ma significativo passo in avanti!”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium