/ Attualità

Attualità | 05 aprile 2022, 11:21

Cissone: da giugno i lavori per la costruzione della struttura dedicata ai vini e ai vigneti dell'Alta Langa

Un investimento di 2 milioni di euro dedicati alla valorizzazione delle varie fasi della filiera del vino, dalla produzione nel vigneto all’imbottigliamento, fino alla degustazione

Il render di come sarà indicativamente la parte esterna della struttura che ospiterà il nuovo centro a Cissone

Il render di come sarà indicativamente la parte esterna della struttura che ospiterà il nuovo centro a Cissone

Si parte! Il Comune di Cissone può iniziare i lavori sul terreno di tre ettari vicino a piazza Felice Ravina, acquistato nel 2021. Il progetto diventa esecutivo: da giugno prenderà forma una struttura moderna e funzionale dedicata ai produttori di vino dell’Alta Langa ed alla valorizzazione del territorio in cui i giovani potranno lavorare ed essere formati.
Un investimento di 2 milioni di Euro dedicati alla valorizzazione delle varie fasi della filiera del vino, dalla produzione nel vigneto all’imbottigliamento. Un luogo dove si potrà anche degustare il territorio in ottimi bicchieri di Nebbiolo, Dolcetto, Riesling, spumante Alta Langa Docg, e Liseiret.

Scendendo nei particolari la struttura ospiterà un locale per la vendita, una cantina, sale convegni, e tutto sarà collegato per spiegare al meglio la storia del vino prodotto in Alta Langa.
In questo grande spazio, tra esterno e interno, si coltiveranno vitigni autoctoni, con grande attenzione alla biodinamica, si lavoreranno le uve per l’imbottigliamento, e si commercializzerà il vino.

Ne abbiamo parlato con il sindaco Eugenio Baudana che afferma: «Sono molto ottimista sul futuro di questo centro dove il vino ed il territorio saranno protagonisti. Sarà un luogo dove i giovani si potranno formare nel campo dell’agricoltura e della vitivinicoltura, dove si potrà produrre vino e degustare le varie tipologie. Come si va nel territorio di produzione del Barolo a degustare questo grande vino, così si potrà venire da noi a degustare l’Alta Langa Docg ed i vini che vengono coltivati nei vari Comuni del territorio, senza dimenticare gli altri prodotti d’eccellenza. Vogliamo creare identità.

I lavori inizieranno a giugno e dureranno circa due anni per tre lotti, partendo dalla struttura per poi passare agli impianti interni ed ai vari locali. Anche le importanti cantine che hanno vigneti nelle nostre zone saranno valorizzate in una struttura mai vista prima».

Livio Oggero

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium