/ Attualità

Attualità | 17 gennaio 2022, 18:01

Con l'inizio del 2022 altri sei Comuni affidano la gestione del ciclo idrico a “Cogesi”

“Cogesi” è il consorzio che riunisce i gestori totalmente pubblici della provincia di Cuneo

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

La gestione del servizio idrico integrato (cioè acquedotto, fognatura e depurazione) dei Comuni di Mombarcaro, Gottasecca, Gorzegno, Castelletto Uzzone, Prunetto e Levice dal primo gennaio 2022 è passata a “Cogesi – Consorzio gestione servizi idrici”, tramite la gestione operativa di “Calso”.

C’è, poi, il Comune di Monesiglio che aveva già trasferito gli impianti (sempre a Cogesi-Calso) dal 1 giugno 2021.

“Cogesi” è il consorzio che riunisce i gestori totalmente pubblici della provincia di Cuneo.

Attraverso le sue consorziate, come appunto “Calso”, serve un territorio molto vasto che comprende un’ampia parte della pianura cuneese, la quasi totalità dei territori montani e parte delle Langhe e Roero e che rappresenta ben oltre il 60 per cento dell’intera Granda.

Questo passaggio – spiega il Presidente dell’Ato 4 Cuneese Mauro Calderoni - è in linea con il percorso delineato dall’assemblea dei comuni cuneesi, sulla base delle disposizioni di legge.

L’obiettivo è il superamento della frammentazione per segmenti e per territorio nell’erogazione del servizio per il raggiungimento di una gestione del servizio idrico
integrato che sia capace di riunire il ciclo completo del servizio stesso e tutto il territorio di
questa autorità d’ambito”.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium