/ Attualità

Attualità | 06 ottobre 2021, 14:51

Gli ex ospedali di Alba e Bra non saranno venduti. A Verduno operativa la radioterapia

Emendamento dell’assessore Icardi cancella l’alienazione dei due presidi, ceduti all’Asl Cn2 per farne le case della salute. Per l’azienda sanitaria un beneficio da 25 milioni di euro. Al "Michele e Pietro Ferrero" si inaugura il nuovo servizio destinato ai pazienti oncologici

L'ex ospedale San Lazzaro di Alba

L'ex ospedale San Lazzaro di Alba

Le sedi degli ex ospedali di Alba e Bra non sono più in vendita. Su proposta dell’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi, questa mattina (mercoledì 6 ottobre) il Consiglio regionale ha approvato l’emendamento alla legge di riordino dell’ordinamento regionale che trasferisce a titolo definitivo l’anticipo di 25 milioni e 800mila euro già assegnato nel 2015 dalla Regione all’Azienda sanitaria locale Cn2 per il completamento della costruzione del nuovo ospedale di Verduno.

Un prestito che l’Asl Cn2 avrebbe dovuto restituire alla Regione proprio grazie ai proventi derivanti dall’alienazione dei due immobili di proprietà della stessa Cn2 e in dismissione con l’attivazione del nuovo ospedale.

Come si legge in una nota inviata pocanzi dalla Regione, l’assessore Icardi ha rilevato che i nuovi fabbisogni emersi nell’ambito della programmazione sanitaria regionale richiedono "una diversa destinazione degli immobili degli ex-ospedali di Alba e Bra, che verranno riadattati a ambulatorio, case di comunità e a quanto sarà ritenuto più funzionale alle esigenze sanitarie del territorio".

Una scelta, come ha sottolineato l’assessore, che in pratica assegna la piena disponibilità di 25 milioni e 800mila euro a totale beneficio dell’Asl Cn2, "promuovendo la politica di potenziamento della medicina territoriale messa in campo dalla Regione per favorire al massimo l’integrazione tra la rete degli ospedali e l’assistenza di prossimità".

A VERDUNO OPERATIVA LA RADIOTERAPIA

Da pochi giorni intanto è ufficialmente operativo, il nuovo Servizio di Radioterapia realizzato presso l'ospedale "Michele e Pietro Ferrero" di Verduno verrà inaugurato ufficialmente con una cerimonia in programma questo sabato, 9 ottobre, alle ore 10 presso il nuovo auditorium del presidio.
Alla taglio del nastro sono attesi il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, il direttore della Scuola di Medicina Umberto Ricardi, la Fondazione Ospedale Alba-Bra, la Fondazione Crc, una rappresentanza della Conferenza dei Sindaci del territorio, l’Aso "Santa Croce e Carle" di Cuneo e la Direzione Generale dell’Asl Cn2.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium