/ Attualità

Attualità | 19 luglio 2021, 19:40

Bra, tesi di dottorato per il direttore dello storico Convitto Provvidenza. Diventerà una pubblicazione scientifica

Nell’elaborato il professor Carmine Maffettone ha condensato i risultati di un’indagine in ambito pedagogico che ha preso in esame i sistemi di valutazione dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Carmine Maffettone, 59 anni, direttore del Convitto Provvidenza International School e delle sedi Pegaso e Mercatorum di Cuneo, Alba, Bra, Barolo e Imperia

Carmine Maffettone, 59 anni, direttore del Convitto Provvidenza International School e delle sedi Pegaso e Mercatorum di Cuneo, Alba, Bra, Barolo e Imperia

"La valutazione tra teoria e prassi: una ricerca qualitativa nella scuola del primo ciclo". Questo il tema della tesi che nei giorni scorsi ha portato il “braidese” di adozione Carmine Maffettone a concludere felicemente il dottorato di ricerca intrapreso tre anni or sono presso l’università Pegaso sotto la guida di Vincenzo Bonazza, professore associato presso il noto ateneo telematico, tra i massimi esperti italiani di Docimologia, la scienza che prende in esame lo studio dei metodi di valutazioni negli esami, con particolare riguardo a quelle adottate in ambito scolastico e universitario.

Il dottor Maffettone, conosciuto nella città della Zizzola nella sua veste di direttore del prestigioso Convitto Provvidenza International School, storica istituzione cittadina, ora scuola primaria e dell’infanzia a indirizzo linguistico e musicale, nonché responsabile delle sedi Pegaso e Mercatorum di Cuneo (presso la sede della Camera di Commercio), Alba (piazza Michele Ferrero), Bra (Palazzo Mathis), Barolo (castello Falletti) e Imperia (piazza De Amicis), ha portato avanti insieme al docente e al professor Paolo Russo (suo correlatore dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale) un lavoro di ricerca che, lungo oltre tre anni, lo ha portato a intervistare oltre 50 insegnanti di scuola primaria impegnati in percorsi di formazione presso lo stesso ateneo del Frusinate, così da registrare e comparare le loro impressioni in merito ai sistemi di giudizio messi in pratica e alla loro capacità di rispondere all’esigenza di valutare con la migliore appropriatezza non soltanto i risultati da loro conseguiti, ma anche la progressione del percorso che aveva portato a maturarli.

"Un approfondito e riuscito lavoro di indagine – spiega il professor Bonazza –, specie considerato che si è trattato di una ricerca di ordine qualitativo, condotta quindi tramite interviste mirate, e non quantitativo, attraverso test. Ne è conseguito un lavoro di grande interesse che sarà oggetto, per i suoi pregi, anche di una successiva pubblicazione scientifica".

"Avere raggiunto un alto livello della formazione universitaria italiana –
dichiara il dottor Maffettone – è indubbiamente motivo di grande orgoglio. Ancor di più per una figura come la mia, che da sempre opera professionalmente nel campo dell’istruzione. E’ stato un percorso duro, ma certamente appassionante, per il quale ringrazio i docenti che giorno dopo giorno hanno avuto la pazienza di seguirmi in questa avventura entusiasmante".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium