/ Politica

Politica | 18 giugno 2021, 14:24

Uniti per Alba al sindaco: "Dica la verità su quanto successo e imponga ai suoi serietà"

La compagine di centrosinistra: "Se vuole continuare il suo mandato Bo si riconquisti la fiducia dei cittadini, azzerata dalle ultime vicende e dalle sue stesse dichiarazioni pubbliche"

La compagine di Uniti per Alba (archivio)

La compagine di Uniti per Alba (archivio)

Riceviamo e pubblichiamo.

Le vicende farsesche cui abbiamo assistito nel corso dell'ultimo Consiglio comunale impongono da parte del sindaco un sussulto di dignità e una assunzione di precise responsabilità.

Con la sua confessione di sentirsi incapace di governare la sua maggioranza (e tanto meno la città) e con la promessa di due o tre giorni di riflessione per decidere, sembrava essersi incamminato sulla strada giusta. Poi, però, deve essere intervenuto qualche “consiglio” dall'alto, e ora sembra voler far passare l'idea che sia stato tutto un equivoco, una tempesta in un bicchier d'acqua, niente di serio insomma. Eppure non è così, ed anche il sindaco lo sa bene, pur facendo adesso finta di niente.

È evidente che per gli uomini e per le donne della sua maggioranza l'unica cosa che conta sia il tenersi aggrappati con le unghie e con i denti a quegli spiccioli di potere municipale che ognuno si è ricavato a suon di ricattini e di tradimenti. La coscienza di essere responsabili verso i cittadini è cosa che non abita tra loro. L'importante è solo che ognuno possa soddisfare le sue personali ambizioni, risolvendo ogni problema con la creazione di nuove minuscole poltroncine. E per noi che abbiamo alle spalle l'esperienza dell'amministrazione Marello questo modo di fare politica è francamente inaccettabile e scandaloso.

Di converso, la capacità di elaborare risposte alle questioni poste da un momento tanto difficile è sempre stata fievole, troppo fievole. Ormai si sta esaurendo l'eredità del parco progetti lasciato dalla tanto vituperata, “immobilista” giunta Marello, e all'orizzonte non si scorge niente di nuovo. Anzi, le poche novità, tipo la decisione di ridestinare parte del palazzo della Maddalena a sede scolastica, paiono assai discutibili.

Ora occorre che il sindaco, se vuole continuare il suo mandato, si riconquisti la fiducia dei cittadini, azzerata dalle ultime vicende e dalle sue stesse dichiarazioni pubbliche. Dica la verità su quanto è successo, e imponga a se stesso e ai suoi consiglieri serietà, comportamenti etici e forte senso di responsabilità.

Come consiglieri di opposizione lo pretendiamo fermamente, certi di interpretare le attese vere della città.

Uniti per Alba

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium