/ Attualità

Attualità | 12 maggio 2021, 14:14

L’Avis Bra manda in archivio un 2020 da record e ricorda la compianta Elvira Alberelli

Donazioni di sangue in crescita del 14% per la compagine braidese ora guidata da Patrizia Piu. In assemblea l’omaggio alla storica volontaria recentemente scomparsa

Elvira Alberelli, al centro nella foto, nel gruppo di volontari dell'Avis braidese

Elvira Alberelli, al centro nella foto, nel gruppo di volontari dell'Avis braidese

L’assemblea annuale dei soci dell’Avis Bra si è tenuta in modalità online lo scorso 5 maggio. I volontari donatori si sono ritrovati virtualmente per approvare il bilancio dell’esercizio 2020, redatto e illustrato ai presenti dal tesoriere uscente Alberto Enria.

Nel corso della serata, la neo presidente Patrizia Piu e la vice Stefania Cassine hanno voluto ricordare e omaggiare la straordinaria vita di servizio e volontariato di Elvira Alberelli, recentemente scomparsa.
"Elvira – hanno detto –, insieme al compianto Giovanni, è stata per anni uno dei volti dell’associazione braidese di donatori del sangue: membro del direttivo, instancabile volontaria, Elvira ha speso molto tempo ed energie al servizio della collettività. La ricorderemo sorridente, dolce e risoluta, dietro il bancone del bar a servire la colazione a chi aveva appena terminato una donazione di sangue o plasma".  

In seguito, la segretaria Valentina Raffaele ha relazionato sulla modalità di elezione online del nuovo consiglio direttivo in carica per il quadriennio 2021-2024 e ha introdotto i membri eletti all’assemblea.
Nel corso della serata, la presidente Piu ha riassunto l’andamento delle donazioni degli ultimi anni. Al 31 dicembre 2020, l’Avis Bra contava 1.028 donatori attivi. Nel corso dell’ultimo anno, la sede braidese è stata aperta per donazioni 81 giorni e sono state raccolte in totale 1.782 sacche di emoderivati, di cui 1.480 sacche di sangue intero e 298 sacche di plasma. Complessivamente le donazioni sono aumentate del 14% rispetto al 2019. I nuovi donatori che si sono uniti all’Avis Bra nel 2020 sono stati 135, decisamente un numero record se si guarda ai dati degli ultimi anni.  

L’assemblea ha infine approvato le candidature di Rosangela Tibaldi, Alberto Enria e Armando Verrua all'elezione del nuovo Consiglio Direttivo Provinciale, che verrà eletto nel corso della 63ª assemblea dell'Avis Provinciale di Cuneo, in programma sabato 15 maggio a Cavallermaggiore.

"Voglio terminare questa serata – ha concluso la presidente Piu – ringraziando tutti coloro che hanno contribuito economicamente ai vari progetti realizzati dall’Avis Bra nel 2020. In particolare, voglio rivolgere un grazie speciale ai volontari che, col loro servizio, hanno garantito il buon funzionamento dell’associazione e la raccolta ininterrotta di sangue e plasma durante un anno difficile, segnato dall’emergenze sanitaria, sociale ed economica. Infine, grazie di cuore ai numerosi donatori che non si sono fatti intimorire dalla pandemia e hanno sfidato la paura e l’incertezza per donare una parte di sé a chi ne aveva bisogno. La vostra generosità e il vostro coraggio sono stati importanti e sono fonte di ispirazione per tutti noi. Avete contribuito a mantenere viva la speranza in tempi bui".

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium