/ Attualità

Attualità | 29 aprile 2021, 09:03

Salvini: "Difesa è sempre legittima". La tragedia di Gallo diventa un caso anche politico

A poche ore dall'accaduto l'episodio di ieri rientra nel novero di una questione che da sempre genera ampio dibattito nel nostro paese. Quello della "legittima difesa"

Salvini: "Difesa è sempre legittima". La tragedia di Gallo diventa un caso anche politico

Diventa un "caso nazionale" l'episodio di cronaca che ha coinvolto la piccola frazione di Gallo a Grinzane Cavour nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 28 aprile. 

Intorno alle ore 18,30 dei malviventi hanno preso di mira la gioielleria di Mario Roggero al civico 71 della centrale via Garibaldi. L'uomo ha reagito con dei colpi d'arma da fuoco freddando i due malviventi per strada e ferendone un terzo.

Quest'ultimo con grande probabilità sarebbe la persona fermata a Savigliano con una ferita causata da un proiettile a una gamba.

Ma le indagini sono in corso per appurare il quadro della vicenda che ha "scosso l'intera comunità", come ha spiegato il sindaco Gianfranco Garau, tra i primi accorsi sulla scena del delitto.

La notizia ha rimbalzato in poche ore su tutti i notiziari e le testate nazionali. La piccola  frazione del centro langarolo, sulla direttrice tra Alba e Barolo, è diventata in protagonista di un episodio da far west su cui gli inquirenti stanno cercando di fare chiarezza.

Poche certezze al momento. Tra cui quella che il negozio di via Garibaldi era già stato vittima di una rapina alcuni anni fa, nella mattinata del 22 maggio 2015. Allora i rapinatori picchiarono il titolare, Mario Roggero, e legarono le due figlie, poi chiuse in bagno, prima di darsi alla fuga con gioielli e orologi. L’allarme venne dato dalle ragazze, riuscite a liberarsi.

Stando alle prime informazioni i rapinatori, le due vittime e il ferito, sarebbero tutti e tre di nazionalità italiana. 

A poche ore dall'accaduto l'episodio di ieri rientra nel novero di una questione che da sempre genera ampio dibattito nel nostro paese. Quello della "legittima difesa".

E proprio a questa che si è appellato poco dopo l'accaduto il segretario della Lega Matteo Salvini attraverso un post su facebook che ha fatto della legittima una delle bandiere del partito di via Bellerio.

"Un abbraccio al gioielliere e alla sua famiglia aggredita.- ha scritto il leader del Carroccio - Il loro negozio di Grinzane Cavour era già stato rapinato nel 2015: il titolare era stato picchiato e legato, poi chiuso in bagno con la figlia.

La difesa è sempre legittima."

Intanto spetterà agli inquirenti in queste ore mettere insieme i pezzi del puzzle e valutare quanto accaduto nel tardo pomeriggio di ieri nella piccola frazione di Grinzane.

Daniele Caponnetto

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium