/ Attualità

Attualità | 31 marzo 2021, 11:10

"Vacanze di Pasqua all’estero ma non in Italia? Una presa in giro per gli operatori del turismo"

La dura presa di posizione di Ferruccio Ribezzo, presidente del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, sugli ultimi discussi provvedimenti del governo in tema di viaggi

Ferruccio Ribezzo, presidente del Consorzio Langhe Monferrato e Roero

Ferruccio Ribezzo, presidente del Consorzio Langhe Monferrato e Roero

“Gli alberghi e tutto il sistema dell’ospitalità sono fermi da mesi, con relative forti perdite economiche, a causa del divieto di spostamenti tra regioni e addirittura tra Comuni. Come si possono autorizzare i viaggi oltre confine e impedire quelli in Italia? Il Governo ci chiede di fare un sacrificio per arginare la pandemia e allo stesso tempo prevede la possibilità di andare all’estero? È una follia!”.

Questa la riflessione di Ferruccio Ribezzo, presidente del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, alla notizia di questi giorni che consente di andare all’estero per le vacanze di Pasqua.

Per Ribezzo "anche l’ordinanza firmata ieri dal ministro Speranza, provvedimento che prevede la quarantena di cinque giorni al rientro e il doppio tampone, dimostra ancora di più l’assurdità di questa situazione".

"Basta con questi continui controsensi – conclude –, basta con le aperture a singhiozzo, serve accelerare i vaccini e riuscire a vaccinare tutto il settore dell’ospitalità; serve una programmazione razionale che ci permetta di pensare di riaprire con un calendario definito e sostegni adeguati agli operatori per far fronte a queste continue e prolungate chiusure che stanno mettendo in ginocchio tutto il settore".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium