/ Attualità

Attualità | 04 novembre 2020, 17:22

Bravi in ricerca: il "Cillario" di Alba vince bando della Fondazione Crc

Il riconoscimento al progetto "A tu per tu con l’oro blu" promosso dall’indirizzo Gestione delle Acque e Risanamento Ambientale. In programma cinque webinar realizzati in collaborazione con DeA Formazione

Bravi in ricerca: il "Cillario" di Alba vince bando della Fondazione Crc

In un anno in cui la scuola italiana vive una difficoltà mai verificatasi prima, l’Istituto “Cillario Ferrero” di Alba non si ferma e, oltre a mantenere inalterate tutte le sue attività di formazione ne mette in cantiere di nuove, innovative e di particolare rilievo.

Uno degli obiettivi che la scuola si pone è di offrire ai ragazzi indirizzi che sviluppino professionalità e capacità “spendibili” in un mondo sempre più “green” e “smart”. La finalità, dunque, è di offrire le chiavi per accedere al mondo del lavoro di domani.

Per soddisfare queste richieste ed essere al passo con i tempi, da tre anni al “Cillario Ferrero” è attivo il nuovo indirizzo "Gara" (“Gestione delle acque e risanamento ambientale”). La nuova figura professionale del Gara ha competenze nella gestione delle acque e nel presidio del territorio ed è una risposta adeguata alle esigenze sostenibili del mondo del lavoro e della ricerca.

L’ambizioso progetto “A tu per tu con l’oro blu” nasce nell’alveo della politica di formazione dell’istituto ed è un percorso per sensibilizzare sulla sostenibilità e sulle problematiche ambientali. L’iniziativa, organizzata nell’ambito dell’indirizzo Gara, è rivolta a tutti agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Il progetto “A tu per tu con l’oro blu” propone 5 webinar in collaborazione con DeA Formazione, con il sostegno del Comune di Alba e della Società Egea, e finanziato della Fondazione Crc, nell’ambito del progetto “BravinRicerca”; gli importanti partner esterni certificano l’alto valore formativo dell’iniziativa.

Il primo appuntamento – “A scuola di sostenibilità: l'agenda 2030 nella mia giornata” è fissato per venerdì 13 novembre in orario 10-12.
Durante questo incontro i ragazzi, guidati da Alessandra Della Ceca e Graziano Ciocca, divulgatori scientifici specializzati nel campo dell’ecologia, faranno la conoscenza dell'Agenda 2030 e dei suoi 17 obiettivi e avranno la possibilità di riflettere sul fatto che anche se si tratta di tematiche e problematiche globali in realtà la chiave per contribuire al raggiungimento degli obiettivi si può trovare proprio nelle nostre case e nelle nostre azioni quotidiane.

ll webinar successivo è venerdì 20 novembre (ore 10-12) e ha per titolo “Terzo grado: interrogatorio al clima”. Relatori Alessandra Della Ceca e Graziano Ciocca. In questo incontro, strutturato come un interrogatorio al clima stesso, i ragazzi avranno la possibilità di scoprire cosa siano il cambiamento climatico e il surriscaldamento globale, da cosa siano determinati, quali conseguenze abbiano e quali strategie si possono mettere in atto per mitigarne e contrastarne gli effetti.

Il terzo incontro è fissato per mercoledì 2 dicembre, in orario 10-12. Serena Giacomin, presidente dell’Italiana Climate Network, divulgatrice scientifica per le reti Mediaset e meteorologa del Centro Epson Meteo, parlerà di “Acqua e clima, un legame vitale". Acqua e clima sono strettamente legati e per questo  la gestione sostenibile dell’acqua è parte fondamentale della soluzione al cambiamento climatico, sia in termini di mitigazione, sia in termini di adattamento.

Il penultimo appuntamento, il 3 dicembre, ha per titolo “A tu per tu con l'oro blu” (ore 10-12) Relatori Alessandra Della Ceca e Graziano Ciocca. In questo incontro i relatori metteranno in risalto il ruolo dell'acqua, reale e virtuale, nelle vite di ciascun abitante del pianeta, così da fornire una motivazione ai ragazzi per usare consapevolmente "l'oro blu".

Chiuderà la rassegna, il 10 dicembre in orario 10-12, il webinar: “Un mare di plastica”. Anche in questo incontro Alessandra Della Ceca e Graziano Ciocca accompagneranno gli studenti in un vero e proprio "viaggio nel tempo" alla scoperta della plastica, dalla formazione del petrolio all’uso dei polimeri tecnologici.

I protagonisti saranno 6 oggetti in plastica, ciascuno dei quali offrirà lo spunto per cercare di rispondere a una specifica domanda che consentirà di svelare i retroscena del materiale più dibattuto del momento: come è fatta la plastica? Come è nata e come si è sviluppato l'uso di questo materiale? Che impatto hanno i polimeri sintetici sull'ambiente? Quali sono le strategie per risolvere il problema dell'inquinamento da plastica e cosa può fare ciascuno di noi per contribuire?

La partecipazione ai webinar è del tutto gratuita. Per chi fosse interessato la locandina dettagliata è presente sul sito della scuola.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium