/ Attualità

Attualità | 10 settembre 2020, 14:59

Le bellezze delle colline Unesco in diretta streaming in 27 Paesi del mondo (FOTO E VIDEO)

Gare tra chef e sfide di degustazione, insieme a partite di balon e tambass e a un "rischiatutto" disputato in mongolfiera tra i castelli del territorio: da giovedì 17 la cinque giorni social promossa dall’Ente Turismo e sposata dall’Enit

Un paesaggio delle colline Unesco (foto Alessandro Sgarito)

Un paesaggio delle colline Unesco (foto Alessandro Sgarito)

"On air", in onda. Che nell’era della comunicazione digitale vuol dire una diretta streaming destinata a circolare su canali che grazie al supporto dell’Enit si allargheranno al pubblico di 27 Paesi d'Europa e non solo.

Figlia di questi mesi difficili in particolare per questo settore, e insieme della "forte volontà di continuare a supportare il turismo di casa nostra", come ha spiegato il suo presidente Luigi Barbero, è la modalità con la quale l’Atl Langhe Monferrato e Roero ha deciso di inaugurare un’iniziativa che secondo gli intendimenti dell’ente di promozione potrebbe proseguire anche quando finalmente si potrà parlare di post-Covid.

Illustrato questa mattina nel suggestivo scenario del castello dei Conti Roero di Monticello d’Alba (a fare gli onori di casa il sindaco Silvio Artusio Comba), il copione della cinque giorni di "Langhe Monferrato Roero on Air" (ne riproponiamo il programmato dettagliato in coda all’articolo) è in qualche modo semplice e richiama il format dei giochi, del palio, del "contest", come si direbbe oggi.

Cinque giornate nelle quali – sotto la direzione strategica del "creative advisor" Paolo Iabichino e grazie alla collaborazione dell’agenzia Luz –, il territorio delle Colline Unesco si metterà in mostra al pubblico non tanto secondo il tradizionale schema della cosiddetta "promozione cartolina", ma raccontandosi per il tramite di dirette Facebook (sulla pagina dell’Ente Turismo @visitLMR) volte a tratteggiarne le bellezze col pretesto di contese giocate a partire da alcune delle sue peculiarità: le tradizioni sportive, le tipicità, una cucina di eccellenza capace di coniugare tradizione e ricerca, il folclore e un paesaggio che ha meritato a questo territorio il riconoscimento nell’olimpo delle bellezze Unesco.

"La più originale diretta streaming del mondo" avrà inizio giovedì 17 settembre con l’inaugurazione della manifestazione, da Alba, e a seguire, con le due sfide di "balon" e "tambass" che si giocheranno in contemporanea dallo scenografico campo da tamburello presente ai piedi del castello di Moncalvo e dall’impianto sportivo "più antico d’Italia", lo sferisterio Mermet di Alba.  

Il giorno dopo, venerdì 18 alle ore 18, materia per degustatori e "winelover", con una sfida di "riconoscimento del gusto", in programma dal salotto di piazza San Secondo ad Asti, dove intanto prenderà il via la "Douja d’’Or".
Nella terza giornata, sabato 19, si passerà invece ai fornelli, con la gara di cucina che andrà in scena dal castello di Roddi coinvolgendo due chef stellati (saranno Massimo Camia e Walter Ferretto de "Il Cascinale Nuovo" di Isola d’Asti) e altrettante cuoche "di trattoria" (sono Piera Cirio, del Ristorante Albergo Cirio Madonna della Neve di Cessole, nell’Astigiano, ed Elena Risaglia, giovanissima cuoca che porta avanti la tradizione di famiglia alla Trattoria Belvedere di Serravalle Langhe). A commentare due altri stellati (Davide Palluda e Gabriele Boffa e altrettante food blogger, Francesca Barberini e Giulia Golino.

Domenica 20 settembre l’unico evento che per ragioni logistiche verrà trasmesso in differita: un "Rischiatutto" disputato a centinaia di metri di altezza, nel corso di un volo in mongolfiera che toccherà i castelli della Langa e del Roero, da Barolo e Govone, con concorrenti Simona Ferrio, Massimiliano Romanelli, Isabella Artusio e Pier Paolo Guelfo.  

Lunedì 21 settembre, nella giornata che segna l’apertura ufficiale della stagione del Tartufo Bianco d’Alba in Piemonte, si chiude con la competizione che vedrà quattro "trifolao" (sono Gianni Monchiero, Piero Botto, Marco Ferrero e Pier Carlo Vacchina) e i loro fidati "tabui" mettersi alla prova in una gara di cerca del prezioso fungo ipogeo.

Un’iniziativa nuova e certamente nuova, nel panorama nazionale della promozione del territorio, che, grazie anche al sostegno economico giunto da Regione, Camera di Commercio e Fondazione Crc, rinnova la presenza dell’Atl al fianco degli operatori turistici locali, alla vigilia di un autunno che – come ha ricordato Luigi Barbero, affiancato dal direttore Mauro Carbone e dall'esperta di marketing del turismo Roberta Milano"nelle strutture delle nostre colline vale tradizionalmente il 40% delle presenze e il 50% del fatturato. Continuiamo a lavorare a nuovi progetti – ha spiegato il presidente –, fiduciosi di arrivare al 2021 con una situazione meno negativa di quella che si potrebbe avere rimanendo fermi".


LANGHE MONFERRATO E ROERO ENTRANO
TRA I TITOLI DELLA "LONELY PLANET"
Nell’attesa che americani, russi, australiani e scandinavi possano tornare a visitare le nostre colline (50mila le notti di clienti Usa perse quest’anno, 10mila quelle di visitatori australiani) il turismo di casa nostra guarda quindi a un pubblico più vicino, che l’Atl punta a raggiungere con la cinque giorni di cui media partner è Lonely Planet. Proprio a Monticello la celebre guida ha presentato la sua edizione "pocket" dedicata al territorio di Langhe, Roero e Monferrato.   
"Si tratta della nostra prima uscita italiana dopo i mesi del lockdown – hanno spiegato il direttore di Lonely Planet Angelo Pittro e la curatrice del volume Anita Frazzon, parte di un viaggio alla ricerca delle 'destinazioni dei sogni' italiane".
Altre uscite verranno presto dedicate a 'Siena e al Chianti' e a 'Lecce e il Salento'", in attesa che dell’edizione langarola venga curata una versione in lingua inglese.


IL PROGRAMMA
“LANGHE MONFERRATO ROERO ON AIR”


Giovedì 17 settembre, ore 17.00, Alba
CERIMONIA DI APERTURA
La cerimonia di apertura dei giochi “Langhe Monferrato Roero On Air” si svolgerà giovedì 17 settembre ad Alba, nella centrale piazza Risorgimento, alle ore 17.00.
Il conduttore Carlo Pastore, ex volto noto di MTV e direttore artistico del MI AMI Festival, sarà affiancato da Luigi Barbero, presidente dell’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero. Gli atleti delle cinque giornate di gare previste dal programma sfilerannno accompagnati dalle musiche del Maestro Ennio Morricone suonate dal vivo dall’orchestra dell’Alba Music Festival, diretta da Giuseppe Nova, con la partecipazione straordinaria del soprano coreano Sang Eum Kim.

Giovedì 17 settembre, ore 17.45, Moncalvo
GARA DI TAMBASS
Terminata la cerimonia di apertura ad Alba, dalle 17.45 l’attenzione si sposterà al campo di Moncalvo, nell’Astigiano, sotto le mura della sua piazza principale, dove si svolgerà la partita di tambass, la versione piemontese del tamburello a muro. La partita vede sfidarsi la squadra di casa, la A.D.S.T.M. Moncalvese e la A.D.T.M. Montemagno.
Il tambass è uno sport sferistico di squadra praticato con il tamburello (con cui si colpisce la palla, a differenza della pallapugno che implica il colpo con la mano fasciata) ed è caratterizzato dalla presenza di un muro d’appoggio laterale.
A commentare l’incontro da Moncalvo, la conduttrice inviata Federica Lodi, affiancata nel commento tecnico dall’ ex giocatore di tambass Aldo Marello, vera e propria istituzione dello sport piemontese.

Formazione A.D.S.T.M. Moncalvese: Christian Tinto, Giacomo Raschio, Francesco Patelli, Marco Ferro, Umberto Beccaris.
Formazione A.D.T.M. Montemagno: Mattia Zanotto, Riccardo Bonando, Massimo Savio, Luca Lorenzin, Andrea Carretto, Riccardo Molino

Giovedì 17 settembre, ore 17.45, Alba
GARA DI PALLAPUGNO
In contemporanea alla partita di tambass di Moncalvo, allo sferisterio Alessandro Mermet di Alba si svolgerà la seconda sfida sportiva, la partita di pallapugno.
Come il tambass, la pallapugno è uno sport sferistico di squadra ed è molto praticato in Piemonte. Ciascun giocatore, prima della partita, si fascia il pugno con delle strisce di stoffa e del cuoio per proteggere la mano e creare la miglior superficie possibile per colpire la palla.
A confrontarsi saranno due storiche squadre locali: l’Albese (Alba) e la Neivese (Neive), militanti rispettivamente in serie C e serie B. Il conduttore Carlo Pastore commenterà l’incontro insieme all’ex giocatore e attuale presidente della Pallonistica Albese Giulio Abbate.

Formazione Pallonistica Albese: Federico Alessandria, Andrea Tarocco, Luca Battaglino, Simone Tran.
Formazione Morando Neivese: Davide Barroero, Luca Bruno, Gianluca Busca, Alessandro Ressia.

Venerdì 18 settembre, ore 18.00, Asti
RICONOSCIMENTO DEL GUSTO
Venerdì 18 settembre, ad Asti in piazza San Secondo, alle ore 18.00 si svolgerà la gara del “riconoscimento del gusto” nella tensostruttura di PiemonteLand allestita in occasione dell’evento “Douja d’Or”.
Quattro aspiranti sommelier dell’AIS Piemonte si sfideranno in degustazioni di vino alla cieca, riconoscimento del gusto e domande tecniche per veri intenditori basate sulle celebri DOCG di Langhe Monferrato Roero, come Barolo, Barbaresco, Dogliani, Barbera d’Asti, Nizza, ecc…
Il gioco sarà guidato dal sommelier professionista Mario Bevione, mentre a commentare e raccontare le curiosità del mondo del vino sarà il sommelier professionista Mauro Carosso, delegato AIS Provincia di Torino, con la conduzione di Carlo Pastore.

I partecipanti alla gara, aspiranti sommelier AIS: Pierluigi Bianco, Emanuela Musabellin, Sabrina Provigna, Simona Ciciliato.

Sabato 19 settembre, ore 16.00, Roddi
GARA DI CUCINA
Sabato 19 è invece il turno della gara di cucina, ospitata nello storico Castello di Roddi, nelle Langhe. Quattro chef, due stellati Michelin e due cuochi di trattorie, prepareranno i piatti della tradizione piemontese e inseriranno degli ingredienti segreti a loro scelta. A sfidarsi saranno 4 food blogger che ci mostreranno quanto sono allenati i loro palati:  avranno il compito di scoprire tutti gli ingredienti delle ricette che assaggeranno.
I cuochi partecipanti alla gara:
- Massimo Camia, una stella Michelin definito dalla prestigiosa guida: “chef il cui amore per la buona tavola è inscritto nel DNA” del Ristorante Massimo Camia a La Morra (CN).
- Walter Ferretto chef de Ilcascinalenuovo, storico ristorante di Isola d’Asti (AT). Anche lui premiato con una stella Michelin, la sua cucina piemontese tradizionale si intreccia con i sapori provenienti da tutto il mondo.  
- Piera Cirio, cuoca di 83 anni che conosce, valorizza e protegge la cucina piemontese più antica nel suo Ristorante Albergo Cirio Madonna della Neve di Cessole (AT).
- Elena Risaglia della Trattoria Belvedere di Serravalle Langhe (CN), giovanissima chef che porta avanti la tradizione di famiglia nel suo ristorante.
A commentare la gara, insieme al conduttore Carlo Pastore, gli chef stellati Michelin Davide Palluda del ristorante All’Enoteca di Canale (CN) e Gabriele Boffa del ristorante Locanda del Sant’Uffizio Enrico Bartolini di Penango (AT).

Tra i food blogger partecipanti:
-Francesca Barberini: conduttrice e autrice di programmi enogastronomici di successo, foodwriter e consulente in comunicazione. Conduce tutti i giorni il programma “Cuochi e dintorni” su Alice TV e il programma radiofonico “Segreti in tavola” su Radio Dimensione Suono Soft.
- Giulia Golino: autrice del blog “Giulia cook eat love” e food creator. La sua community conta più di 40 mila persone. Come Francesca Barberini, può vantare presenze televisive, sul canale statunitense QVC.

Domenica 20 settembre, ore 16.00, Langhe e Roero
VOLO IN MONGOLFIERA
Domenica 20 settembre alle ore 16.00 prenderà il via la sfida più emozionante: il volo in mongolfiera!
Quattro storiche personalità del territorio, in rappresentanza di 5 castelli, si daranno battaglia con un vero e proprio quiz di cultura generale, un “Rischiatutto” a centinaia di metri di altezza, a bordo della mongolfiera pilotata dall’esperto Mauro Oggero, che sorvolerà la Langa del Barolo per giungere a Govone, nel Roero.  
I partecipanti, a bordo della mongolfiera, dovranno rispondere a domande relative agli storici manieri da loro rappresentati.

I concorrenti del quiz:
Simona Ferrio, responsabile organizzativa del Castello di Grinzane Cavour
Massimiliano Romanelli, guida turistica, per il Castello Falletti di Barolo e il Castello di Serralunga d’Alba
Isabella Artusio, appartenente ad una delle famiglie proprietarie e Guest Relation Manager per il Castello di Guarene,
Pier Paolo Guelfo, presidente dell’Enoteca Regionale del Roero di Canale, in rappresentanza del Castello Reale di Govone

Lunedì 21 settembre, ore 18.00, Montechiaro d’Asti
LA RICERCA DEL TARTUFO
Lunedì 21 settembre alle ore 18.00 nella riserva tartufigena di Montechiaro d’Asti, si svolgerà la gara conclusiva dei giochi “Langhe Monferrato On Air”: la ricerca del Tartufo Bianco d’Alba.
La sfida coincide con l’apertura ufficiale della stagione del Tartufo Bianco d’Alba in Piemonte e vede protagonisti quattro trifulau (cercatori di tartufo) aiutati dai loro fedeli cani (“tabui” in dialetto piemontese) alla ricerca dei prezioso fungo ipogeo.
La gara è una sfida contro il tempo: ogni coppia, composta da cane e cercatore, deve trovare 10 tartufi nel minor tempo possibile. Chi ne troverà 10 per primo sarà il vincitore della giornata.
A commentare la gara, il conduttore Carlo Pastore, affiancato da Isabella Gianicolo del Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba.

I trifulau partecipanti:
- Gianni Monchiero con Vicky (razza: pincher)
- Piero Botto con Peter (razza: meticcio)
- Marco Ferrero con Garko (razza: lagotto)
- Pier Carlo Vacchina con Jimmy (razza: springer spaniel)

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium