/ Solidarietà

Solidarietà | 06 aprile 2020, 19:21

Anche nei piccoli centri di Langa sindaci in campo per procurare mascherine alle famiglie

Da Arguello a Somano, passando per Trezzo Tinella, amministrazioni e volontari impegnati per la distribuzione degli introvabili presidi ai residenti

Le mascherine distribuite dall'Amministrazione di Trezzo Tinella

Le mascherine distribuite dall'Amministrazione di Trezzo Tinella

Se anche i municipi di Alba e Bra si sono infine attrezzate per farle arrivare almeno ai loro residenti più anziani, in Langa e Roero si susseguono da giorni le iniziative che vedono sindaci e volontari in campo per fare arrivare ai propri concittadini le introvabili mascherine, dispositivi di protezione coi quali proteggere sé stessi e gli altri nelle uscite strettamente necessarie e indifferibili, in primis quelle legate all’approvvigionamento di alimentari e generi di prima necessità.

Tra quanti si sono già impegnati in questo senso, oltre ai casi già segnalati anche da queste pagine, il piccolo centro di Arguello, dove già nei giorni scorsi il Comune si è impegnato a far arrivare una mascherina per famiglia.

“Con questa iniziativa – dice il giovane sindaco Alessandro Fenocchio – abbiamo voluto essere vicini alla nostra cittadinanza e alle famiglie, viste le tante segnalazioni che ci erano pervenute riguardo alla difficoltà di reperire questi presidi, ma anche ai costi elevati delle stesse”.
“La mascherina però –
prosegue Fenocchio – non annulla il fattore rischio, lo diminuisce: per questo bisogna assolutamente continuare a rispettare anche le altre norme, la distanza tra le persone e il frequente lavaggio delle mani”. Nel caso di Arguello le mascherine distribuite sono realizzate in tessuto idrorepellente e anti-goccia, possono essere riutilizzate fino a 30 volte e devono essere lavate ad ogni utilizzo, a 60° utilizzando un comune disinfettante casalingo.

Iniziativa analoga quella assunta dall’Amministrazione civica di un altro piccolo centro, quello di Trezzo Tinella, dove i presidi – lavabili e riutilizzabili – sono stati distribuiti in ragione di uno per ognuno dei circa 300 residenti.
"Un ringraziamento alla nostra Protezione civile, che ci ha aiutato in quest’opera e che ci sta affiancando anche nel servizio di consegna a domicilio dei beni di prima necessità istituito a favore delle persone del paese più in difficoltà", – dice il sindaco Alberto Cerrino, che intanto ha avviato anche la distribuzione dei buoni spesa previsti dal Governo: 1.800 euro l’erogazione a favore del piccolo centro vinicolo, dove al momento sono due – entrambe di mezza età, una in isolamento domiciliare e una seconda invece ricoverata, ma in via di miglioramento – le persone risultate positive al contagio in paese.

Un terzo esempio del positivo attivismo delle piccole comunità di Langa è quello che arriva da Somano, dove il sindaco Claudio Paolazzo dà notizia della distribuzione di mascherine acquistate dalla Pro loco e ieri, dopo quello già tenuto nei giorni scorsi, oggetto di un secondo giro di distribuzione da parte dei volontari della Protezione civile, che nell’occasione anche recapitato nei pressi delle abitazioni del paese i rami di ulivo benedetti dal parroco. 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium