/ Attualità

Attualità | 26 settembre 2023, 17:13

Alba modifica il piano regolatore per la casa di comunità nell'ex ospedale San Lazzaro

Verrà cambiata la destinazione d'uso della zona, che diverrà area servizi. Giovedì il Consiglio comunale certificherà altre variazioni in otto punti della città

L'ex ospedale San Lazzaro diventerà una casa di comunità

L'ex ospedale San Lazzaro diventerà una casa di comunità

La prima Commissione, in vista del Consiglio comunale di giovedì 28 settembre ha cominciato a discutere e ad approfondire il contenuto della 13ª variante al Piano regolatore comunale. Il punto più rilevante riguarda l'Ambito Speciale 1, ovvero i cambiamenti necessari a realizzare la casa di comunità nell'ex Ospedale San Lazzaro. 

Spiega l'assessora all'Urbanistica Fernanda Abellonio: "Da quando è stata programmata la realizzazione del nuovo ospedale sono cambiate molte cose. In questi anni si è capito che non avrebbe avuto senso trasformare questo fabbricato a uso commerciale, residenziale o per attività turistico-ricettive. La priorità dell'Asl è quella di realizzare una struttura che permetta di organizzare degli spazi razionali per percorsi diagnostici e assistenziali per le persone prese in carico per le fragilità, razionalizzando e concentrando tutte le attività territoriali sanitarie, formative e amministrative dell'Asl Cn2 sulla Città di Alba".

La variante permetterà all'Asl Cn2 il trasferimento degli uffici amministrativi di via Vida e la realizzazione di poliambulatori con funzione di carattere sanitario ambulatoriale. L'ambito speciale verrà riperimetrato attraverso l'esclusione delle opere viabilistiche esistenti (via Pierino Belli e piazzetta Micca) con un aumento delle aree per servizi di circa 4.465 metri quadrati.

Aggiunge l'assessora Abellonio: "Sarà recuperata la parte storica, mentre quelle aggiunte successivamente, che hanno delle grosse problematiche strutturali e di collegamento l'una con l'altra, verranno completamente demolite. La destinazione che viene data con questa variante al Prg sarà quella di 'area servizi', in modo che rimanga libera la progettazione e la futura destinazione nel tempo".

Saranno in totale 8 i punti contenuti nella variante al Piano regolatore all'esame dekl Consiglio comunale. Tra le zone coinvolte risultano aree in strada Vedetta, corso Cortemilia, strada Cauda, località Pela, corso Bra. Si tratta principalmente di piccole modifiche per definire confini e aree che nel Prg non corrispondono alla situazione catastale reale.

Il prossimo Consiglio comunale si dovrà poi dedicare anche alla 'variante Apro Formazione', che ha presentato un progetto per ampliare i locali della scuola. I tecnici hanno rilevato confini non esatti per quanto riguarda una parte della proprietà.

Daniele Vaira

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium