/ Eventi

Eventi | 08 febbraio 2023, 15:04

"Una parte per il tutto": Fenoglio e la sua opera in una quattro giorni di studi tra Torino e Alba

Ricercatori, scrittori e giornalisti a confronto al convegno internazionale promosso da Accademia delle Scienze, Università degli Studi di Torino, Centro Studi Beppe Fenoglio e Fondazione Ferrero

Beppe Fenoglio in uno scatto di Aldo Agnelli (archivio Centro Studi Beppe Fenoglio)

Beppe Fenoglio in uno scatto di Aldo Agnelli (archivio Centro Studi Beppe Fenoglio)

Dopo la presentazione della digitalizzazione del Fondo Fenoglio (leggi qui) proseguono gli appuntamenti pensati per gli studiosi, gli studenti e gli appassionati di letteratura fenogliana inclusi nell’ultimo capitolo “Una questione privata” del centenario BeppeFenoglio22.
 
Da martedì 14 a venerdì 17 febbraio quattro intensi giorni per uno degli appuntamenti più attesi dell’intero calendario di celebrazioni del centenario ovvero il convegno internazionale di studi "Per il Centenario di Beppe Fenoglio (1922-1963). Una parte per il tutto", organizzato dall'Accademia delle Scienze e dall’Università degli Studi di Torino in collaborazione con la Fondazione Ferrero e il Centro Studi Beppe Fenoglio.

I primi tre giorni vedranno la partecipazione di alcuni fra i più importanti studiosi e ricercatori, mentre l'ultima giornata albese ospiterà le testimonianze di importanti scrittori giornalisti e scrittori italiani.
 
Il professor Valter Boggione presenta il convegno con queste parole: “Un partigiano, Nick, progetta di tornare dopo vent’anni al bivio di Manera, a piedi, in pellegrinaggio, sui luoghi in cui ha combattuto. È “Una parte per il tutto”: nella figura retorica della sineddoche trova espressione la tensione alla ‘globalità’ che Fenoglio stesso rivendica come carattere qualificante della propria scrittura. È la testimonianza della fedeltà ai valori della Resistenza, contro il degrado morale dell’Italia del boom economico, l’espressione del senso di appartenenza e di identità, contro l’abbandono all’imperante sradicamento. All’inizio c’erano Valdivilla, San Benedetto Belbo, località quasi insignificanti, teatro di eventi minimi della cronaca bellica e della vita contadina sulle Langhe: oggi sono le Termopili della moderna battaglia contro la barbarie, l’Itaca perduta. Grazie a Fenoglio hanno assunto un valore assoluto, esemplare, diventando la patria spirituale di milioni di lettori.”
 
La prima giornata, martedì 14 febbraio all’Auditorium Quazza di Palazzo Nuovo a Torino, si comporrà di due sessioni. Al mattino, con la moderazione della professoressa Margherita Quaglino intitolata “Tra lingua e stile”; la seconda, moderata da Tiziano Torraca intitolata “Al fuoco della controversia”. 

Mercoledì 15 febbraio il Convegno si sposta al Polo del ‘900 per una prima sessione moderata da Giovanni Barberi Squarotti e intitolata “Fenoglio lettore”; la sessione pomeridiana intitolata “La funzione Fenoglio” sarà moderata da Davide Dalmas.

L’ultima tappa torinese si svolgerà giovedì 16 febbraio nella sede dell’Accademia delle Scienze dove, con l’introduzione di Carlo Ossola, si potranno ascoltare gli interventi di Gian Luigi Beccaria e Gian Franco Gianotti al mattino e Maria Antonietta Grignani, Cesare Pianciola e Valter Boggione nella sessione pomeridiana.

L’ultimo appuntamento di questo fondamentale momento di approfondimento su Fenoglio, la sua scrittura e la sua influenza sulla letteratura contemporanea, si concluderà venerdì 17 febbraio nella sede della Fondazione Ferrero a Alba, con i contributi di autorevoli giornalisti e scrittori quali Marcello Fois, Elena Varvello, Wu Ming I, Giuseppe Lupo, Gianni Farinetti, Eraldo Affinati, Giacomo Verri, Alessandro Baricco insieme a giornalisti del mondo della cultura come Massimo Raffaeli, Edoardo Castagna, Bruno Quaranta e Aldo Cazzullo.
 
Il Convegno Internazionale "Per il Centenario di Beppe Fenoglio (1922-1963). Una parte per il tutto" nasce da un progetto di Gian Luigi Beccaria, Valter Boggione e Margherita Quaglino, è promosso e finanziato dal Dipartimento di Studi umanistici dell'Università degli Studi di Torino, dall'Accademia delle Scienze di Torino e dalla Fondazione Ferrero di Alba, in collaborazione con il Centro Studi “Beppe Fenoglio” di Alba, con il patrocinio dell'Università di Torino, del Polo del 900, dell'Unione culturale Franco Antonicelli, dell'ADI (Associazione degli Italianisti), della MOD (Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria) e della SFLI (Società dei Filologi della Letteratura Italiana).
 
Per partecipare 
L’iniziativa è aperta al pubblico in tutte le sedi previste tra Torino e Alba con modalità differenti di prenotazione.
 
Martedì 14/2. Palazzo Nuovo - Auditorium Quazza 
Via Sant’Ottavio - Torino
Fino ad esaurimento posti, non è necessaria la prenotazione 
 
Mercoledì 15/2. Polo del ‘900 
Via del Carmine 14, Torino
Fino ad esaurimento posti, non è necessaria la prenotazione 
 
Le giornate del 14 e 15 febbraio rientrano nelle iniziative di formazione aggiornamento del personale della scuola organizzate dall’Università di Torino, in quanto soggetto qualificato dal MIUR ai sensi della Direttiva n. 170 del 21/03/2016. A quanti ne faranno richiesta, sarà rilasciato l’attestato di partecipazione. 
Info: alfuocodellacontroversia@gmail.com
 
Giovedì 16/2. Accademia delle Scienze – Sala dei Mappamondi
Via Accademia delle Scienze 6, Torino
prenotazioni www.accaddemiadellescienze.it
 
Venerdì 17/2. Fondazione Piera, Pietro e Giovanni Ferrero - Auditorium
Strada di mezzo 44, Alba
prenotazioni su www.beppefenoglio22.it

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium