/ Attualità

Attualità | 18 gennaio 2023, 07:12

Cherasco, il sindaco Davico: “Il 2023 sarà un anno di inaugurazioni e nuovi progetti”

Molte le novità in arrivo: dall’asilo nido a Roreto alla scuola elementare nel capoluogo, dalla riqualificazione delle aree verdi roretesi alla realizzazione di un nuovo fabbricato polivalente, fino alla riapertura del museo Adriani e ai lavori nella chiesa di San Gregorio

Il sindaco di Cherasco, Carlo Davico

Il sindaco di Cherasco, Carlo Davico

“Il taglio del nastro della circonvallazione sarà solo la prima delle inaugurazioni previste per questo 2023 a Cherasco”. A dichiararlo è il sindaco Carlo Davico che – annunciata l’imminente apertura, questa primavera, della bretella di collegamento tra Fondovalle Tanaro e Strada provinciale 661 – fa il punto su cantieri e nuovi progetti nella Città delle Paci. Dall’Asilo nido a Roreto alla scuola elementare nel capoluogo, dalla riqualificazione delle aree verdi alla realizzazione di un nuovo fabbricato polivalente, fino alla riapertura del museo Adriani e ai lavori nella chiesa di San Gregorio, sono molte le novità in arrivo.

“Sempre in primavera dovremmo riaprire il Museo Adriani – afferma il primo cittadino Davico –. Ultimato il restauro di palazzo Gotti di Salerano, sede del Museo, con l’ampliamento e il recupero del sottotetto (al costo di circa 800mila euro, 650 mila dei quali in arrivo dalla Regione Piemonte, ndr), gli oltre 10mila oggetti tra monete antiche, medaglie e gettoni torneranno a essere fruibili per tutti gli appassionati di numismatica. I lavori strutturali sono completi e sono arrivate le nuove teche: con la pulizia e un riordino generale saremo pronti per la riapertura”.

Restando in tema di spazi espositivi, nel corso di quest’anno partiranno – in primavera – i lavori di riqualificazione della Chiesa di San Gregorio, davanti al municipio, per una spesa complessiva di un milione di euro (720mila finanziati grazie al Ministero della Cultura, i restanti 280mila dal Comune di Cherasco).

Passando al capitolo “scuole”, grazie alla sinergia tra Amministrazione comunale, materna paritaria e aziende del territorio che hanno donato al Comune lo studio di progettazione, la frazione roretese vedrà entro maggio l’assegnazione dei lavori per la realizzazione del nuovo Asilo nido. Quaranta i posti per i bimbi nella struttura per la prima infanzia, finanziata grazie al PNRR con 1.171.000 euro, troverà posto nella cittadella degli studi di frazione Roreto, interessata inoltre dalla riqualificazione delle aree verdi, con la messa a dimora di nuove piante e il posizionamento di panchine nell’area della Biblioteca civica.

“Nel corso dell’anno, entro l’estate, ultimeremo i lavori della nuova scuola elementare nel capoluogo, che sarà fruibile per il prossimo anno scolastico, e chiuderemo la progettazione del fabbricato polivalente che realizzeremo a Roreto grazie al lascito testamentario della nostra concittadina Mariuccia Panero – aggiunge il sindaco Davico –. Guardando poi alle imposte, vorrei sottolineare il fatto che nonostante il caro energia nel 2023 non aumenteremo alcuna aliquota per le tasse comunali, confermando l’altissimo livello dei nostri servizi scolastici e socioassistenziali.

Infine, siamo in attesa di presentare il ricco calendario di mostre e manifestazioni previste per quest’anno, con il Mercato dell’Antiquariato, Cherasco Storia, Gusta Cherasco, solo per citarne alcune: per tutto quanto verrà proposto vorrei rivolgere un doveroso grazie a banche, aziende e privati per il loro supporto economico, oltre ai moltissimi volontari che ci consentono di proporre eventi per la cittadinanza e per i turisti”.

Pietro Ramunno

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium