ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022
 / Economia

Economia | 01 agosto 2022, 18:08

Roberto Lopreiato nuovo segretario provinciale dei Metalmeccanici Uil

Al suo fianco Paolo Giordanengo, delegato a Delegazione e Formazione, e Claudia Ferrero, che si occuperà del coordinamento per le piccole e medie aziende

A un mese dal congresso della Uilm di Cuneo, si è finalmente concluso l'iter burocratico e si è provveduto all'elezione della segreteria. La segreteria votata all'unanimità, è composta da tre persone scelte per rappresentare il più possibile le sensibilità della Uilm sul territorio cuneese.

Paolo Giordanengo, Rsu e rappresentante nell'Ewf Alstom, continua a ricoprire, come nel precedente mandato congressuale, la delega alla formazione e informazione. Mantiene anche l'importante ruolo di formatore sulla sicurezza per la Uil di Cuneo, oltre alla recente conferma nell'assemblea dei delegati di Metasalute.

Elemento di novità nella segreteria è Claudia Ferrero, impiegata ed Rsu della ditta Fond-stamp, chiamata a svolgere un ruolo di coordinamento per le piccole e medie aziende. Nonostante tenga fortemente a non essere considerata una quota rosa, ha dato la sua disponibilità a essere punto di riferimento, mettendo a disposizione la sua sensibilità sia per i lavoratori uomini, per le lavoratrici e per altre diversità di genere, le cui caratteristiche sono spesso dimenticate.

Il neo segretario è Roberto Lopreiato, che ha la responsabilità legale e organizzativa della sigla provinciale e rivendica l’importante ruolo della Uilm, che, pur essendo l'organizzazione confederale più piccola, è presente in molte aziende nella provincia di Cuneo con una forte e consolidata presenza in Alstom.

Lopreiato succede al segretario uscente Bruno Gosmar che accompagnerà la nuova segretaria con un ruolo di supporto e si occuperà anche di progetti di coordinamento con la Uilm Regionale.

La neoeletta Uilm rivendica le proprie idee, voglia di fare e concentrazione sulle priorità che volta per volta si troverà di fronte. "L’autunno – è il messaggio che arriva dalla neo eletta segreteria – presenterà un conto salato alle aziende, che dovranno fare fronte alla riduzione dei margini di guadagno, ma anche e soprattutto ai lavoratori che si trovano già ora a dover fare i conti con un’inflazione che galoppa e ne riduce costantemente il potere d'acquisto".

Alle aziende, la Uilm, chiede di fare "uno sforzo per sostenere i salari perché il mercato interno è legato a doppio filo con la possibilità di spesa dei salariati. Alla politica locale e centrale chiederà ogni volta che ne avrà occasione, di essere attenta al territorio cuneese, che brulica di piccole e medie imprese che hanno necessità d'investire in innovazione, ma che tardano a farlo per timore di non essere supportate dallo Stato".

"L’innovazione – continua la Uilm – è il modo migliore per generare e stabilizzare lavoro e soprattutto i lavoratori che troppo spesso vivono nella precarietà perenne. Su questo e altri fronti, la Uilm di Cuneo crede sia necessario fare ragionamenti collettivi e sarà pronta a cogliere le opportunità per farli anche con le altre organizzazioni sindacali".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium