/ Attualità

Attualità | 28 marzo 2022, 18:34

Visit Santo Stefano Belbo: online il nuovo portale turistico

Outdoor, ospitalità, esperienze e cultura faranno da corollario a cenni storici e architettonici, presentando sul web l’offerta del paese di Cesare Pavese

L'homepage del sito

L'homepage del sito

Un nuovo portale web, dedicato primariamente ai turisti, è online da oggi, lunedì 28 marzo: all’indirizzo www.visitsantostefanobelbo.it (che va ad affiancare il sito istituzionale www.santostefanobelbo.it, che rimarrà il punto di riferimento per i cittadini), il Comune di Santo Stefano Belbo dispone ora di una vetrina pensata e realizzata per intercettare le esigenze di viaggiatori e visitatori che vogliano scoprire l’offerta del paese di Cesare Pavese.

Una serie di citazioni dello scrittore accompagnano così i naviganti nelle diverse sezioni del portale, partendo dai cenni storici e architettonici riferiti a Santo Stefano Belbo, ricompresi nella sezione “about”, che include una pagina dedicata al piano di sviluppo che fa capo al progetto di riqualificazione territoriale “Un paese ci vuole”.

Un’ampia sezione è quindi dedicata al mondo dell’“outdoor”, fattore trainante del turismo sul territorio: dai sentieri in cresta ai percorsi multimediali incentrati sulla figura di Cesare Pavese, a piedi per gli appassionati di trekking o in bici per chi predilige il cicloturismo, Santo Stefano Belbo è la meta ideale per chi sceglie questo tipo di vacanze. Ecco quindi il focus sul MOM (Multimedia Outodoor Museum), sui Sentieri Pavesiani, sulla Grande Traversata delle Langhe e sul Museo a Cielo Aperto di Camo, che sapranno intercettare le esigenze di chi vuol vivere il proprio tempo libero all’aria aperta.

Per chi all’open air preferisse un’antica volta di mattoni, la sezione “ospitalità” offrirà un’ampia panoramica sulle numerose strutture ricettive disseminate tra le colline e immerse nel paesaggio riconosciuto Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, così come sui ristoranti che tramandano la tradizione culinaria piemontese attraverso la ricca offerta di piatti tipici e sulle cantine vitivinicole con l’ampia gamma di vini che caratterizzano la produzione di Santo Stefano Belbo e delle Langhe.

Ad ampliare le opzioni di chi è alla ricerca di momenti speciali che rendano indimenticabile il proprio soggiorno, ecco la sezione “esperienze”, con le informazioni utili per chi voglia noleggiare un’e-bike, ad esempio, prenotare una cerca del tartufo o godere della vista dalla Big Bench, sperimentando le proposte delle attività che operano sul territorio.

Non poteva mancare, ovviamente – sviluppata in collaborazione con la Fondazione Cesare Pavese –, una sezione dedicata alla “cultura”, che a Santo Stefano Belbo è legata a doppio filo a Cesare Pavese: ogni angolo, qui, a partire dalle panchine letterarie dedicate alle sue opere, parla dello scrittore che più di chiunque altro ha contribuito a rendere conosciuto nel mondo questo paese.

“Nelle prossime settimane l’Amministrazione comunale presenterà il portale alle attività locali e a chi offre servizi ed esperienze sul territorio, così che possano essere inseriti gratuitamente online – commenta il sindaco Laura Capra. Il duplice obiettivo è quello di offrire un migliore servizio ai turisti che vogliano progettare le loro vacanze qui a Santo Stefano Belbo e sul nostro splendido territorio, patrimonio UNESCO, garantendo al contempo una maggiore visibilità sul web alle attività commerciali e ricettive del paese, che ci auspichiamo possano così beneficiare di un’importante ricaduta economica”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium