/ Economia

Economia | 16 febbraio 2022, 12:52

Aziende e fatturati: non solo Ferrero nella classifica dei colossi della Granda

Dimar, Alstom, Egea, Unifarma, Merlo, Monge, Sedamyl e Miroglio nelle prime posizioni tra le società cuneesi che vantano i maggiori volumi d'affari

Il Centro Ricerche Pietro Ferrero di Alba, sede di Soremartec Italia, tra le controllate del gruppo

Il Centro Ricerche Pietro Ferrero di Alba, sede di Soremartec Italia, tra le controllate del gruppo

Dietro Ferrero chi c’è? Se la multinazionale della Nutella ha da poco reso noti i conti del bilancio 2020/2021 (chiuso al 31 agosto scorso con un fatturato globale in crescita del 3,4% a 12,7 miliardi di euro), per aggiornarsi su quale sia lo stato di salute delle numerose aziende della Granda che presentano fatturati milionari occorrerà attendere i mesi che vanno dalla primavera all’estate, con l’approvazione dei bilanci chiusi al 31 dicembre scorso.

Nel frattempo ci si può comunque fare un’idea scorrendo i numeri relativi all’esercizio 2020, che le stesse imprese hanno da poco depositato dopo la rituale l’approvazione da parte dei soci. A riportarli, offrendo una fotografia sull’andamento di alcune tra le più note aziende della nostra provincia, è il portale ReportAziende (reportaziende.it), che offre un’utile panoramica sui fondamentali delle società che hanno la propria sede legale in uno dei 247 comuni della nostra provincia.

Una classifica, manco a dirlo, nella quale l'industria dolciaria albese fa la parte del leone, aprendola nella prima e seconda piazza coi conti di due delle sue quattro controllate italiane.

Si tratta di Ferrero Commerciale Italia, che aveva chiuso il bilancio 2019-2020 con 1,527 miliardi di euro di fatturato e 36,27 milioni di utile (valori in crescita in entrambi i casi per circa il 3,5%), e della capogruppo italiana Ferrero Spa (1,195 miliardi, in calo del 55,29%, e 220 milioni di utile, -0,41%).

E dietro? Per quella che, guardando alla sola ragione sociale, è la terza piazza della classifica bisogna andare a Roreto di Cherasco, sede della Dimar Spa, colosso della grande distribuzione organizzata, che ha chiuso i conti del 2020 con un fatturato 2020 di 1.107.710.153 euro (in crescita del 5,52%) e con un utile di 33,25 milioni di euro (+51,72%).
 
Appena sotto il miliardo di euro di ricavi (963.995.000 euro) la Alstom Ferroviaria di Savigliano, che nonostante un calo del 4,16% ha chiuso il bilancio con un attivo in crescita del 7,81% con utili per 41,12 milioni. Sempre a Savigliano ha anche sede la collegata Alstom Services Italia Spa, che ha chiuso l’anno con ricavi per 45,85 milioni di euro (-35,37%) e margini per 7,22 milioni (-54,14%).

Dalle locomotive all’energia per la quarta piazza delle aziende cuneesi. Ci si sposta ad Alba, sede della multiservizi Egea. Il gruppo guidato da PierPaolo Carini figura con diverse controllate. Egea Commerciale aveva chiuso il 2020 con 810.822.207 euro di fatturato (-7,44%) e utili per 1,18 milioni (+61,42%), ma a questi numeri si affiancano quelli di Egea Ambiente (17,5 milioni), Egea Produzioni e Riscaldamento (13,8 milioni), della holding Ente Gestione Energia Ambiente Spa (6,4 milioni) e di Egea New Energy (4,2 milioni).

Ancora Ferrero sulla sesta piazza (con Ferrero Industriale Italia Spa, 678.074.000 euro di fatturato, +8,93%, e utili per 50,69 milioni, +15,89%), mentre a seguire troviamo Unifarma Distribuzione di Fossano, che col commercio all’ingresso di medicinali ha chiuso il 2020 con un fatturato di 455.795.329 euro, pressoché invariato rispetto all’anno precedente (+0,24%) e utili per 1,94 milioni (+21,52%).

In ottava posizione un’altro noto storico marchio dell’industria provinciale, questa volta nel settore metalmeccanico: è la Merlo Spa di Cervasca, che grazie alla vendita in tutto il mondo di macchine per il sollevamento e la movimentazione ha conseguito un fatturato 2020 di 416.543.524 euro, in calo del 5,08%, ma con utili (37,82 milioni) in crescita del 41,09% rispetto all’esercizio precedente. Sempre a Cervasca ha poi sede la Merlo Project (fatturato di 21,4 milioni), la Merlo Galfrè Innovation Lab (1,8 milioni) e la Merlo Rent (1,2 milioni).

Pe chiudere la classifica delle prime dieci aziende della Granda bisogna spostarsi a Monasterolo di Savigliano e Saluzzo, sedi, rispettivamente, della Monge & C. (prodotti per l’alimentazione animali da compagnia) e della Sedamyl Sbe (commercio all’ingrosso di altri prodotti alimentari). La prima, che risulta la prima realtà italiana per fatturato in questo comparto, ha chiuso il 2020 con un risultato pari a 320.964.105 euro, in crescita del 22,16%, e utili per 22,79 milioni (+22,29%).

La seconda può invece vantare un attivo di 295.231.128 milioni (+677,8%) e utili per 3,25 milioni (+4.744%), cui vanno però aggiunti quelli della collegata Sedamyl: fatturato a 218 milioni (+34,87%) e utili a 23,29 milioni (-13,86%).
 
Scorrendo ancora avanti la classifica un’altra serie di importantissimi nomi dell’imprenditoria cuneese. Acqua Sant’Anna di Vinadio (276.214.217 euro di fatturato e 46,86 milioni di utili), il colosso albese dell’abbigliamento Miroglio Fashion (che sconta le chiusure dei negozi dovute ai lockdown di quell'anno con un calo di fatturato del 38,13% a 249.373.285 euro); Ferrero Mangimi di Savigliano (244.396.959 euro e utili per 4,38 milioni, in calo del 3,14%); ancora la multinazionale della Nutella con Ferrero Technical Services (220.631.000 euro e utili per 4,38 milioni, in calo del 3,14%); il gruppo dell’automobile Gino Rag. Felice & Figlio Spa di Cuneo (178.978.002 euro e utili per 1,86 milioni, cui vanno però aggiunti i 102 milioni di fatturato della Gino Auto Spa); Idrocentro di Torre San Giorgio (177.824.022 e utili per 7,64 milioni); il gruppo del latte Inalpi di Moretta (171.918.532 euro di fatturato), il Consorzio Agrario delle Province del Nord Ovest di Cuneo (171.619.232 euro); Diageo Operations Italy di Santa Vittoria d’Alba (165.544.553 euro), Agc Flat Glass di Cuneo (158.150.732 euro); Balocco Spa di Fossano (153.011.079 euro), la Westport Fuel System Italia di Cherasco (151.168.929); Nutkao di Govone (141.836.439); il gruppo dei supermercati PrestoFresco di Moretta (140.563.322); Arpa Industriale di Bra (137.608.577); Bi Esse di Fossano (131.763.774); Biraghi di Cavallermaggiore (131.212.248); ancora il Gruppo Ferrero con Soremartec Italia (131.189.891) e Abet Laminati di Bra (125.358.030).

Ezio Massucco

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium