/ Attualità

Attualità | 14 febbraio 2021, 17:14

Bra conferma Cheese 2021, la Fiera di Pasqua spostata all’autunno

Comune e associazioni di categoria al lavoro per rimodulare il calendario delle manifestazioni. Il sindaco Fogliato: "In estate torneranno gli eventi all’aperto ai Giardini della Rocca"

Cheese 2019

Uno scatto dall'ultima edizione di "Cheese", nel settembre 2019 (Ph. Alessandro Vargiù - Archivio Slow Food)

L’incognita è sempre quella che riguarda l’andamento della situazione epidemiologica e le variabili che potranno influenzarla ancora nei prossimi mesi – a partire da una campagna vaccinale già frenata da più di un inciampo. Ragioni che consigliano prudenza, al netto delle quali Bra vuole però guardare al nuovo anno come a quello della ripresa anche per quanto riguarda gli eventi e le manifestazioni.

Dopo lo stop forzato del 2020, l’anno da poco iniziato prevede infatti la 13ª edizione di "Cheese", la grande rassegna che, promossa da Slow Food, con cadenza biennale trasforma la cittadina braidese nella capitale mondiale dei formaggi, con espositori in arrivo da ogni dove e turisti che, in tempi normali, arriverebbero a migliaia ad affollare il centro braidese.

"L’edizione 2021 al momento è confermata, nella sua abituale collocazione della terza settimana di settembre – spiega in proposito il sindaco braidese Gianni Fogliato –. Nei giorni scorsi abbiamo avuto un nuovo confronto coi referenti di Slow Food e l’intenzione è quella di non rinunciare a questa importantissima vetrina delle nostre eccellenze gastronomiche, anche se la prudenza consiglia ovviamente di pensare sin d’ora a tutti gli accorgimenti utili a rendere questa grande kermesse compatibile con quella che sarà la situazione sanitaria dopo l’estate. Si tratta di continuare a monitorare e di farci trovare pronti ai diversi scenari possibili, ma possiamo dire che la macchina per la sua organizzazione sia già partita".

Scelte diverse si sono invece già assunte per quanto riguarda la "Fiera di Pasqua", sentito appuntamento cittadino tradizionalmente tenuto in aprile.  "La nostra intenzione – dice a proposito il primo cittadino - era quella di non dover nuovamente annullare questa storica manifestazione, come fummo invece costretti a fare lo scorso anno. Da qui la decisione di pensare a una sua diversa collocazione in calendario".
Alla fine, d’intesa con le associazioni di categoria, il Comune ha deciso di sdoppiare l’evento in due distinti momenti: la sola Fiera del Bestiame verrà organizzata in settembre, mentre per la parte artigiana e commerciale si guarderà all’autunno, e in particolare alla seconda settimana di novembre, "con l’avviso – aggiunge ancora il sindaco – che punteremo a rivederne in parte la formula, non limitandola alla sola sede del Movicentro ma puntando a un evento diffuso nell’ambito cittadino".

Con lo stesso criterio si guarderà poi agli eventi estivi, per i quali si punterà a ripetere quanto di buono fatto nel 2020: proposte di qualità, ma dai numeri contenuti e organizzate in contesti all’aria aperti quali i Giardini della Rocca e l’ala di piazza Garibaldi.  
"Una formula che l’anno scorso ha raccolto grande apprezzamento dal pubblico, che consente di organizzare momenti di interesse, anche se limitati a un turismo di prossimità, ma senza il rischio di creare assembramenti", dice a proposito Gianni Fogliato, che quale ultimo fronte d’impegno della sua Giunta in questo ambito richiama la volontà di provare a organizzare il "Salone del Libro per Ragazzi" previsto per maggio. "Il presidente del Consiglio comunale Fabio Bailo si sta già relazionando con le principali case editrici del settore, con le librerie e con le scuole cittadine. Speriamo davvero di poterlo mettere in piedi, sarebbe un bellissimo segnale che andremmo a dare al mondo della scuola".

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium