/ Attualità

Attualità | 27 gennaio 2021, 10:15

Dpcm anti-Covid: a Cherasco 1.200 controlli, 10 sanzioni e quattro persone denunciate

Nel bilancio 2020 della Polizia Municipale oltre 2.600 verbali per violazioni al Codice della Strada. Quasi 50 i mezzi pesanti multati perché percorrevano la salita del Bergoglio nonostante i divieti

Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Nonostante l’anno nefasto, un 2020 da dimenticare sotto tutti gli aspetti, la Polizia Locale di Cherasco, coordinata dal vicecomandante Livio Perano, ha svolto in continuità molte operazioni finalizzate al controllo del territorio per la salvaguardia dei cittadini.

Come si è detto l’attività è stata condizionata per l’intero anno 2020 dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 e quindi, oltre che ad assistere i cittadini cheraschesi in difficoltà a causa della pandemia, sono stati intensificati i servizi di controllo mirati al perseguimento delle norme emanate dal Governo.

In riferimento ai servizi anti contagio, il Comando di Polizia Locale ha controllato 1.113 persone e 112 esercizi commerciali, ha elevato 10 verbali di sanzioni amministrative e ha deferito alla competente autorità giudiziaria 4 persone che hanno violato i vari Dpcm.

Nonostante l’emergenza sanitaria, sono state comunque accertate, nonostante i molti divieti che la normale circolazione ha dovuto subire a causa della situazione sanitaria globale, 2.636 violazioni alle norme contenute nel Codice della Strada.
Tra queste 2140 in violazioni dei limiti di velocità stabiliti, 134 soste irregolari e 313 verbali tra cui: mancati utilizzi delle cinture di sicurezza, uso di radiotelefoni alla guida, sorpassi e mancanza di revisione del veicolo.

Altro aspetto molto importante per quanto riguarda la sicurezza sulle nostre strade, è dato dalle 10 violazioni contestate per mancanza di copertura assicurativa di autoveicoli sui quali si è proceduto, così come prevede la normativa, anche ai relativi sequestri dei mezzi.

Sono inoltre state contestate 49 violazioni, a conducenti di veicoli con massa a pieno carico superiore a 7,5 t., i quali, incuranti del divieto di accesso imposto e reso noto mediante installazione di apposita segnaletica verticale, provenienti da Pollenzo, percorrevano la Provinciale 7 in direzione Roreto di Cherasco.

Sono state deferite 12 persone alla competente autorità giudiziaria per abusi edilizi, danneggiamenti, gestione di rifiuti pericolosi, guida in stato d’ebrezza, disturbo della quiete pubblica, lesioni gravi e truffa.

Sono stati inoltre svolti servizi, al fine di verificare il rispetto delle ordinanze sulla raccolta differenziata dei rifiuti, sulla rimozione delle defecazioni canine e il malgoverno degli animali, elevando 9 verbali di contestazione.

«I nostri civich – commentano il sindaco Carlo Davico e il presidente del Consiglio Comunale Massimo Rosso, che coordinano le funzioni dei vigili cheraschesi – hanno svolto, come sempre, ma nello scorso anno con l’emergenza sanitaria ancor di più, un enorme sforzo per cercare di essere il più vicino possibile alla popolazione e cercare di coordinare le varie associazioni di volontari che a vario titolo hanno collaborato in questa fase di emergenza. Nonostante l’intenso lavoro svolto per fronteggiare l’epidemia, i vigili di Cherasco non hanno trascurato il lavoro ordinario cercando di mantenere l’ordine nella nostra città e i dati lo confermano. Unitamente ai Vigili urbani si coglie l’occasione di ringraziare tutti coloro che a vario titolo hanno collaborato per rendere il lavoro durante l’emergenza meno gravoso, come la protezione civile, i nonni vigile e le altre associazioni di volontariato».

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium