/ Attualità

Attualità | 07 gennaio 2021, 07:15

At-Cn, Fogliato: "Bene lo sblocco, ma ora si parli delle compensazioni e del tronco Roddi-Cherasco"

Il primo cittadino braidese: "Via libera risultato di tutto il territorio, ma prima di esultare sarà bene attendere i cantieri". Intanto procede la progettazione per la bretella di viale Nogaris

Marzo 2019: Conte, al suo primo mandato da premier, in visita al moncone di Cherasco. Promise lavori entro l'estate di quell'anno

Marzo 2019: Conte, al suo primo mandato da premier, in visita al moncone di Cherasco. Promise lavori entro l'estate di quell'anno

"Bene il via libera, arrivato grazie all’impegno di tutto un territorio, ma sono molti gli interrogativi che rimangono ancora aperti, dalle opere di compensazione al progetto dell’ultimo troncone".

Preferisce evitare i toni trionfalistici espressi in questi giorni da più voci il primo cittadino braidese Gianni Fogliato in merito alla notizia, giunta sabato da Roma, delle firme con le quali i ministri alle Infrastrutture De Micheli e dell’Economia Gualtieri sembrano avere definitivamente sbloccato il nuovo schema di accordo con la società concessionaria in merito alla realizzazione del lotto 2.6 dell’autostrada Asti-Cuneo.

"E’ una novità indubbiamente positiva – esordisce Fogliato –, che accolgo favorevolmente e se vogliamo con ottimismo, sempre premesso che saremmo ancor più felici quando finalmente vedremo i cantieri partire e le persone lavorare. Definirla vittoria quindi è forse troppo, dopo anni di attesa, ma se così la si vuole intendere parlerei di un risultato del territorio, che si è mosso con unità a livello istituzionale e tramite le sue associazioni di categoria. Dopodiché, rimanendo su questo livello, rimangono da affrontare temi cruciali, dalle opere complementari, sparite dai radar, al correlato problema di una viabilità locale in sempre maggiore sofferenza".

Un fronte, quello delle opere accessorie, che per Bra rileva soprattutto con riguardo a promesse quali quelle riguardanti il rafforzamento, consolidamento e allargamento del ponte di Pollenzo, ancora più strategico dopo l’apertura del nuovo ospedale.
"Come pure – riprende il primo cittadino –, e lo dico senza polemica, riferendomi anche a una lettera che come sindaci avevamo inviato al ministro delle Infrastrutture, vorremmo anche conoscere se esiste un’idea progettuale per il tronco B. Ne parlammo nel giugno scorso, all’incontro promosso dalla Regione al castello di Grinzane, ma ancora non abbiamo visto nulla. Sarebbe invece giusto che il progetto diventi oggetto di confronto con le istituzioni locali, anche per fare le riflessioni del caso su come quella parte dell’opera impatterà sul territorio".

Nel frattempo il Comune di Bra conferma il proprio impegno per sostenere la progettazione della futura bretella di viale Nogaris, altro collegamento che faciliterebbe i collegamenti tra la città della Zizzola e la viabilità diretta al nuovo ospedale di Verduno.

Come noto il recupero dei "fondi Crosetto" ha consentito alla Provincia di ripescare l’opera dal dimenticatoio nella quale era finita, ma il finanziamento in arrivo dallo Stato (2,2 milioni di euro) copre solo una parte del fabbisogno finanziario previsto. Da qui la disponibilità di Bra a coprire la parte restante, per un impegno finora stimato in 700mila euro.  
"Siamo in costante contatto con la Provincia e sappiamo che i loro uffici stanno procedendo con la progettazione, anche se al momento è troppo presto per parlare di tempistiche – dice a proposito Fogliato –. L’impegno economico che abbiamo preso è considerevole, al punto che ci costringerà a indebitarci con un mutuo, anche se confidiamo che possa in parte ridursi in ragione di eventuali ribassi d’asta. Ma lo faremo nella convinzione che si tratti di un’opera fondamentale per il nostro territorio".

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium