/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2020, 18:03

Bra e la voglia di tornare a vivere: finalmente riaperti bar, ristoranti, pub e pizzerie

Soddisfatti i clienti: “Dopo mesi tornare a consumare marocchino e brioche al bar è stato emozionante. Oggi aveva tutto un altro sapore!”

Bra e la voglia di tornare a vivere: finalmente riaperti bar, ristoranti, pub e pizzerie

A Bra è tempo di prove di ritorno alla normalità. Nel rispetto della decretazione governativa e delle ordinanze regionali, oggi (sabato 23 maggio) la città ha mostrato grande voglia di ricominciare a vivere. La prima tappa non poteva che essere il bar, che già effettuava il servizio take away, ma stamattina alzare le serrande ed accogliere la gente all’interno o nei dehors ha fatto la differenza.

“I clienti sono contenti di tornare ad assaporare il caffè nelle tazze e seduti ai tavolini. Per molti è un’abitudine irrinunciabile”, spiega Mauro Bertello del London Cafè di via Cavour. Anche qui rigore nell’osservanza delle norme: entrata e uscita differenziati, distanza, igienizzazione, mascherine, guanti e quant’altro, compreso il plexiglass e divisori ai divanetti.

Soddisfatta della riapertura anche Arianna Cappa del Pâte à bombe di via Vittorio Emanuele II: “I clienti sono arrivati, ora saremo sempre aperti e speriamo di ricominciare davvero tutto come prima”, ci ha detto, servendo al tavolo. Contenti i clienti: “Dopo mesi tornare a consumare marocchino e brioche al bar è stato emozionante. Oggi aveva tutto un altro sapore!”, afferma Ugo Minini.

Stessa aria di festa per ristoranti, self service, pub, pizzerie, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie ed altre attività di somministrazione alimenti.

Intanto, nelle vie dello shopping, i negozi sono aperti, piscine, palestre e cinema lo faranno tra poco tempo. Le code per accedere ai supermercati non ci sono più e per gli esercenti locali l’economia ricomincia a girare.

Bra ha voglia di tornare la stessa di sempre. La condizione è che si rispettino sempre i contenuti dei protocolli governativi e che si faccia uso dei dispositivi di protezione individuale per prevenire il rischio di contagio. A proposito, la mascherina si porta sul naso e sulla bocca, sul mento non serve a nulla.

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium