/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 11 aprile 2019, 12:39

Nuovo ospedale: 7.800 firme e 250mila euro raccolti con la campagna per la radioterapia

La Fondazione si conferma prima destinataria del 5x1000 in provincia e quinta in regione. Il grazie della onlus: "Orgogliosi di far parte di un territorio che tanto ha dato per il bene comune e che tanto sta ancora donando"

Nei giorni scorsi la presentazione della nuova campagna, quest'anno dedicata alla realizzazione dell'hospice

Nei giorni scorsi la presentazione della nuova campagna, quest'anno dedicata alla realizzazione dell'hospice

Sono usciti da pochi giorni i risultati della campagna 5x1000 edizione 2017 e, rispetto alla raccolta precedente, le cifre parlano da sole: 7.886 preferenze accordate con un balzo di 2.526 firme in più rispetto al 2016, quando furono 5.360. Sono invece 252.923,09 gli euro raccolti nell’anno finanziario 2017, un dato che segna una raccolta maggiore di 76.429,84 euro rispetto all’anno precedente, quando toccarono la cifra di 176.493,25 euro.

Quando abbiamo saputo dei risultati della campagna 5x1000 del 2017 - ha dichiarato Luciano Scalise, direttore generale della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra – ci siamo sentiti orgogliosi di far parte di un territorio che tanto ha dato per il bene comune e che tanto sta ancora donando. Il nostro obiettivo era portare la Radioterapia a Verduno in collaborazione con l’Ospedale Santa Croce di Cuneo. Anche grazie al sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Crc è un obiettivo che si sta raggiungendo. Non possiamo che ringraziare tutti coloro che hanno creduto nell’operato della Fondazione e che tutti gli anni ci sostengono e ci aiutano. Grazie a questa grande sensibilità del territorio riusciamo a realizzare il servizio di radioterapia nel nuovo ospedale, eliminando il disagio di chi necessita di quel tipo di prestazioni. 7.886 grazie a coloro che hanno condiviso questo importantissimo progetto”.
  
La Fondazione, grazie ai risultati dello scorso anno conferma di essere la prima destinataria del 5x1000 nella provincia di Cuneo. La classifica regionale attesta la Onlus albese al quinto posto, con un netto miglioramento rispetto al 2016. La Fondazione, inoltre, è tra i primi 150 enti non profit d’Italia (su un elenco di oltre 50.000 enti iscritti).   

Un grazie di cuore per l’affetto che tutti voi avete dimostrato nel sostenere la Fondazione – ha spiegato Bruno Ceretto Presidente della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra –. Molti obiettivi sono stati raggiunti grazie alle vostre firme. Quest’anno abbiamo un altro sogno che vogliamo realizzare per il nostro territorio, grazie alla raccolta del 5x1000: costruire il nuovo Hospice nel nosocomio a Verduno. Il luogo pensato per prendersi cura delle persone afflitte da malattie inguaribili e dei loro famigliari. Per questo chiedo ancora una volta, a tutti quanti lo vorranno, di indicare nella dichiarazione dei redditi il nostro codice fiscale 90041890048. E’ un gesto gratuito che non costa niente a nessuno, ed è anche un modo per far ritornare sul territorio una parte di tasse già pagate l’anno precedente, un buon esempio di decentramento fiscale”.  

Attraverso il 5x1000 sono stati raccolti dal 2009 fino alla campagna 2017, 1.372.944,89 euro utilizzati per intervenire su diverse emergenze degli attuali due ospedali e rendere una struttura d’avanguardia il nuovo Ospedale a Verduno: le sale d’attesa del Dea degli ospedali di Alba e Bra, la TAC e l’ecografo, i solleva pazienti elettrici a binario, l’acquisto dei letti elettrici, le attrezzature e l’arredo per attivare il Servizio di Radioterapia sono i progetti realizzati o in fase di realizzazione. 
 
Nell’estate 2018 la Fondazione ha iniziato gli acquisti di sua competenza donando all’Asl Cn2 una Tac simulatore (large bore) comprensiva di lavori annessi e kit laser nelle prossime settimane si completeranno gli acquisti per l’allestimento tecnologico della radioterapia, successivamente verrà portato avanti il progetto di arredo e umanizzazione.

La Fondazione ringrazia tutti coloro che hanno reso possibile questo brillante risultato di solidarietà.

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium