Agricoltura - 26 aprile 2024, 14:00

Nuovi orizzonti per la cooperativa Piemonte Latte: dalla trasformazione del latte all’autoproduzione di energia rinnovabile

Quantità di prodotto conferito, miglioramento della qualità e valore produttivo stabile al centro dell’assemblea annuale dei soci

Nuovi orizzonti per la cooperativa Piemonte Latte: dalla trasformazione del latte all’autoproduzione di energia rinnovabile

Aumento quantitativo di latte conferito, miglioramento costante della qualità del prodotto e nuovi progetti volti a un minor impatto ambientale sono stati i temi al centro dell’assemblea annuale dei soci della cooperativa Piemonte Latte, che si è tenuta nella sede di Savigliano mercoledì 24 aprile.

L’incontro è stato l’occasione per discutere il bilancio riferito al 2023, approvato all’unanimità, e immaginare il futuro prossimo di un’impresa che è riferimento centrale per tutto il settore lattiero-caseario del Nord Italia. Grazie ai 250 conferenti, di cui 223 soci, Piemonte Latte ha raccolto nel 2023 1.677.621 ettolitri di latte, in linea con il 2022, per un valore di produzione pari a € 90.814.397.

Il Presidente Roberto Morello ha dichiarato: “i numeri positivi del 2023 confermano l’assestamento e la decisa ripresa dopo gli anni difficili della pandemia, che hanno messo a dura prova molte aziende del territorio. Oggi possiamo dire che, grazie al continuo miglioramento della qualità del nostro latte dovuta anche agli investimenti nelle nuove tecnologie, ci stiamo confermando un punto di riferimento fondamentale per tutto il territorio regionale. La collocazione del nostro latte, infatti, è avvenuta sia presso clienti storici che confermano la qualità della nostra produzione, sia presso nuovi clienti, che suggeriscono il rafforzamento del posizionamento di Piemonte Latte sul mercato e preannunciano una crescita importante”.

La crescita della cooperativa è dimostrata anche dal nuovo progetto di trasformazione del latte in collaborazione con un caseificio lombardo. Da dicembre 2023 a oggi, Piemonte Latte ha prodotto oltre 5000 forme di formaggio fuori sale vendute in conto lavorazione a industrie casearie che si occuperanno della stagionatura e della successiva vendita al mercato sia interno sia estero. Tra febbraio e marzo 2024, il progetto è cresciuto, lasciando alcune centinaia di forme a stagionare fino a settembre in un magazzino caseario bresciano. «Abbiamo avviato questo percorso di trasformazione per valorizzare al meglio il nostro latte e per ottenere maggiori opportunità di mercato differenziando la produzione» ha spiegato Morello. «Si tratta di un progetto importante, rispetto al quale ci sentiamo fiduciosi: molti sono i clienti che hanno affermato negli ultimi mesi un significativo miglioramento della qualità del latte conferito. Questo ci ha spinti a credere nelle nostre possibilità e nel valore aggiunto della cooperazione: solo unendo le forze e le risorse produttive ed economiche possiamo immaginare un futuro ancora più luminoso per la nostra azienda e per tutti noi soci».

Una fiducia ben rappresentata anche dal parco agrisolare che sarà costruito presso la sede della cooperativa a Savigliano grazie al contributo dei finanziamenti del PNRR. L’impianto prevede una dotazione di pannelli fotovoltaici per una potenza di 117 kWp: grazie a questo importante intervento, Piemonte Latte risponderà al proprio fabbisogno per lo più con energia autoprodotta, con un minore impatto ambientale e un vantaggio economico e produttivo rilevante.

C.S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU