Politica - 09 aprile 2024, 14:06

Inchiesta Pd a Torino, Marello: "Il Partito Democratico ritrovi fiducia e unità attorno alle persone migliori"

La lettera aperta del consigliere regionale albese sull'inchiesta che ha coinvolto Salvatore Gallo

Il consigliere regionale Maurizio Marello (foto Barbara Guazzone)

Il consigliere regionale Maurizio Marello (foto Barbara Guazzone)

Riceviamo e pubblichiamo. 

***

Da giorni i media ci stanno informando con dovizia di dettagli circa i malaffari della politica oggetto di indagine della magistratura, che hanno coinvolto un anziano politico torinese, tale Gallo Salvatore, potente uomo dei socialisti torinesi all’epoca di Craxi e poi influente militante del Pd. 
Una vicenda che, giova dirlo, non coinvolge minimamente ad oggi il figlio Raffaele Gallo, consigliere regionale, che con senso di responsabilità ha comunque deciso di ritirare la propria candidatura dalle elezioni regionali del giugno prossimo. 
Ovviamente occorre rimettersi alla magistratura e lasciarla lavorare in pace. 
La politica però deve dire e fare qualcosa. 

Allora mi permetto alcuni piccoli suggerimenti: 
1. il PD non è il partito delle influenze e delle tessere oggetto di scambio. E’ il partito di chi crede profondamente che una società più giusta sia possibile; 
2. Nel PD possono esserci mele marce o frutti troppo maturi ( come del resto in altri partiti) ma i milioni di militanti ed i migliaia di dirigenti, sindaci, consiglieri regionali e comunali, sono mossi da valori e da onestà; 
3. Il PD torinese ha qualche problema, per non essersi ancora completamente emancipato da logiche personalistiche e di correnti non fondate su valori ma su influenze di potere; 
4. Sarebbe un grave errore per il PD torinese proseguire in uno scontro correntizio in cui il partito ne uscirebbe ancora di più  con le ossa rotte; 
5. Personalmente vengo dalla provincia piemontese. Credo nel servizio. Credo che occorra fare una “pulizia pasquale” nel partito valorizzando le persone migliori; 
6. E’ il momento dell’unità del partito. Attorno al nostro segretario regionale Domenico Rossi, uomo di specchiata onestà e competenza che ha cercato di guidare il partito in questi mesi di mare agitato. Non è il momento delle divisioni e della resa dei conti. E’ l’ora della responsabilità di chi mette davanti a tutto gli interessi della nostra Regione, dei piemontesi. 
7. E’ il momento di sostenere con forza Gianna Pentenero, nostra candidata alla Presidenza della Regione, donna competente e di grande esperienza. Avanti tutta!!!

Maurizio Marello, consigliere regionale del Piemonte

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU