Attualità - 23 dicembre 2021, 14:50

Pnrr, Bergesio (Lega): “Approvate disposizioni di attuazione. Oltre 5 miliardi di euro di risorse attivate”

Il senatore del Carroccio: “Cifre che consentiranno all’economia italiana di ripartire. Tra i destinatari dei fondi anche il settore agricolo”.

Il senatore Giorgio Maria Bergesio

Il senatore Giorgio Maria Bergesio

“Bene approvazione del decreto-legge con le disposizioni urgenti per l’attuazione del Pnrr. Oltre 5 miliardi di euro le risorse attivate. Grazie all’impegno della Lega nel Governo, il nostro Paese può finalmente ripartire”.

Lo afferma il senatore Giorgio Maria Bergesio, capogruppo Lega Salvini Premier in Commissione Agricoltura, subito dopo l’approvazione del provvedimento, stamani in Senato.

Il decreto-legge n.152/2021, che contiene le disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, vale circa 5 miliardi di euro, per il periodo 2021-2026. La somma è così suddivisa: 900 milioni per il 2021, 400 sul 2022, 700 per il 2023, 1,1 miliardi per il 2024, 1,1 miliardi sul 2025 e infine 800 milioni per il 2026.

“Cifre che consentiranno all’economia italiana di ripartire – commenta Bergesio, che aggiunge -. Tra i destinatari dei fondi anche il settore agricolo”.

Tra gli interventi previsti dal decreto, l’istituzione del Fondo per l’attuazione degli interventi del Pnrr di competenza del Ministero dell’Agricoltura con una dotazione di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.

Sulle risorse idriche: sul ciclo idrico integrato il provvedimento prevede che nella determinazione dei canoni si tenga conto anche dei costi dell’inquinamento.

“La norma incentiva l’uso sostenibile dell’acqua in agricoltura e prevede di sostenere l’uso del sistema comune di gestione delle risorse idriche per usi irrigui collettivi e di autoapprovvigionamento”
, commenta Bergesio.

“Altra disposizione importante è l’articolo 22 – dice ancora il senatore cuneese -, che contiene misure per agevolare la realizzazione degli interventi finanziati con le risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza per fronteggiare il rischio di alluvione e il rischio idrogeologico e disciplina l’assegnazione delle risorse, pari a 800 milioni di euro, previste dal Pnrr per l'attuazione di nuovi interventi pubblici”.

Ancora: l’articolo 23 consente l’utilizzo delle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione del ciclo di programmazione 2021-2027 anche per il completamento degli interventi in corso previsti dalla precedente programmazione 2014-2020 e dispone la possibilità per le regioni e province autonome di utilizzare le risorse del Fondo sviluppo e coesione a copertura del cofinanziamento regionale.

Infine, conclude Bergesio: “Importante anche l’approvazione dell’emendamento proposto dalla Lega che, nell’ambito della Sezione Speciale Turismo, estende il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese del settore agrituristico ai giovani che intendono avviare un’attività fino a 40 anni e non più solo a 35”.

C. S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU