lavocedialba.it - 08 ottobre 2021, 17:05

Femminicidio dell’Auchan: "Quando ha sparato Borgheresi capace di intendere e volere"

A stabilirlo la perizia psichiatrica effettuata su Francesco Borgheresi, reo confesso del delitto compiuto nel maggio scorso nel piazzale del supermercato cuneese. La sentenza è attesa per fine ottobre

Femminicidio dell’Auchan: "Quando ha sparato Borgheresi capace di intendere e volere"

Era capace di intendere e di volere quando, nel maggio 2020, nel parcheggio dell’ex Auchan, ha sparato e ucciso con quattro colpi di pistola Mihaela Apostolides, sua ex compagna. Attualmente sottoposto a regime cautelare in carcere a La Spezia, Francesco Borgheresi, reo confesso, è capace di stare in giudizio. A stabilirlo la perizia psichiatrica redatta dal perito medico legale Gabriele Rocca, nominato dalla difesa dell’uomo, imputato in Tribunale di Cuneo per omicidio aggravato dalla Legge del Codice Rosso, detenzione d’armi e porto illegale di arma da fuoco.

In sede di udienza preliminare il legale di Borgheresi, Beatrice Rinaudo, aveva infatti avanzato richiesta al giudice di fare accedere il proprio assistito a rito abbreviato condizionato a perizia psichiatrica e all’acquisizione della sentenza del caso Forteto. I pubblici ministeri titolari del fascicolo, Marinella Pittaluga e Alberto Braghin, e l’avvocato di parte civile, Alberto Crosetto, si erano opposti a tale richiesta, successivamente accolta dal Gup.

Il dispositivo del caso Forteto riguarda condanne per violenze a maltrattamenti di esponenti della comunità omonima di Vicchio, in provincia di Firenze. Qui Borgheresi, figlio di soci fondatori, visse fino ai 20 anni. Successivamente entrò poi a far parte di un’associazione di vittime della comunità.

Parte civile nel procedimento, le due sorelle di Mihaela Apostolides, difese dall’avvocato Alberto Crosetto: “L’esito della perizia era prevedibile – ha commentato il legale –. Il lasso di tempo intercorso tra la permanenza in comunità e l’omicidio non poteva far prevedere un nesso causale fra gli eventi”.

A fine ottobre il giudice Cristiana Gaveglio sarà chiamata a pronunciare la sentenza.

CharB.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

SU