/ Attualità

Attualità | 09 luglio 2024, 15:30

Ex Ilva, riunito il tavolo di crisi: regioni, comuni e sindacati al lavoro sul documento da consegnare al ministro Urso [VIDEO]

Presente al tavolo anche il sindaco di Racconigi Valerio Oderda: l'impianto in Granda conta 90 lavoratori. Cirio e Chiorino: "Come Regione, pronti a offrire ogni forma di supporto possibile"

Ex Ilva, riunito il tavolo di crisi: regioni, comuni e sindacati al lavoro sul documento da consegnare al ministro Urso [VIDEO]

Si è riunito questa mattina a Novi Ligure il tavolo di crisi permanente sulla crisi dell'ex Ilva  a cui hanno partecipato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, il vicepresidente e assessore al Lavoro Elena Chiorino e l’assessore all’autonomia Enrico Bussalino, i sindaci dei Comuni di Novi Ligure e Racconigi (il cui impianto conta 90 lavoratori), insieme ai rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, i sindacati di categoria Fiom Cgil, Fim Cisl e Uil, e le Rsu.

La riunione è stata convocata per fare il punto sulla situazione del gruppo siderurgico alla luce della trattativa che il governo sta conducendo a livello nazionale.



La Regione continua a seguire con impegno e costanza la vicenda dell’ex Ilva che, come abbiamo detto più volte, riguarda non solo Taranto ma tutto il territorio nazionale a partire dagli stabilimenti piemontesi di Novi Liguri, Racconigi e Gattinara - dichiara il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio - . Durante la riunione di oggi abbiamo condiviso di predisporre un documento unitario che giovedì consegneremo al ministro Urso in occasione dell’incontro in programma a Torino. Siamo al lavoro insieme al governo per affrontare e risolvere la situazione da cui dipende il futuro della manifattura dell’acciaio in Italia”.

Il presidente ha poi fornito al tavolo rassicurazioni sul fatto che il via libera di Bruxelles al prestito ponte potrà arrivare non appena sarà insediata la nuova commissione.



Siamo in costante contatto con il Governo al fine di seguire passo dopo passo tutta la vicenda dell’ex Ilva ed essere pronti come Regione  ad ogni forma di supporto, oltre a quelle già previste del Governo italiano” commenta Elena Chiorino, vicepresidente e assessore al Lavoro della Regione Piemonte.

Prestiamo attenzione a ogni realtà del territorio, ben consapevoli che nel caso dell’ex Ilva non guardiamo solo a un asset strategico a livello nazionale, ma anche a circa 3.500 lavoratori diretti, indiretti e dell’indotto: un patrimonio di competenze e umano che abbiamo il dovere di tutelare. I lavoratori e le loro famiglie sappiano di avere la garanzia della massima attenzione possibile da parte delle istituzioni” conclude Chiorino.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium