/ Politica

Politica | 30 giugno 2024, 07:24

Bra, Biagio Conterno confermato vicesindaco: "Per il futuro della Città crescita e rinnovamento" [INTERVISTA]

Presente in Consiglio dal 1995, avrà di nuovo deleghe al turismo e al commercio, oltre alla cultura e all’urbanistica

Biagio Conterno

Biagio Conterno

Nato nel 1964, Biagio Conterno è presente nel Consiglio della città di Bra, quasi ininterrottamente, da quasi trent’anni. Per il quinquennio 2024/2025, dopo aver ottenuto ben 336 preferenze nella lista del Partito Democratico. È stato confermato vicesindaco e assessore: tra le deleghe, gli viene confermata quella al turismo e al commercio, mentre le novità sono soprattutto la cultura e l’urbanistica, che eredita rispettivamente da Fabio Bailo e Anna Brizio. La nostra intervista per conoscere la sua storia e i suoi progetti.

Qual è stato il suo percorso in politica?

"Sono entrato per la prima volta in Consiglio, nella minoranza, nel 1995, quattro anni più tardi sono diventato assessore per la prima volta. Ho saltato unicamente il quinquennio 2004/2009, mentre in seguito sono stato sempre assessore e dal precedente mandato anche vicesindaco.

Nel frattempo, dal 2007 insegno Storia e Filosofia al Liceo: continuerò ancora adesso confermando il part time dello scorso anno".

Per quanto riguarda la cultura, quali sono i suoi progetti?

"Negli ultimi anni Bra è cresciuta molto su questo fronte: continuerò sicuramente sulla linea di Bailo, con alcune possibili novità. Tra queste, la rinascita di Corto in Bra, di cui mi piacerebbe proporre una nuova stagione. Sulla base del programma elettorale, partirà inoltre un nuovo percorso delle opere del Vittone, che coinvolgerà anche altri centri della Provincia e della Regione. Motivo d’interesse per cittadini e visitatori…"

Proprio nell’ambito del turismo, come intende muoversi?

"Siamo soddisfatti di quanto fatto finora: gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti in gran parte. Vogliamo insistere sull’asse turismo/cultura/commercio, ambiti interconnessi tra loro. Bra ha tutte le carte in regola per essere una città che guarda alla Regione e all’Italia. Ricordo a tal proposito che a settembre tornerà Bra’s, in un’edizione rinnovata e ampliata".

Guardando al futuro, come vede Bra nei prossimi cinque anni?

"Sulla scia dei risultati ottenuti, sono certo che nei prossimi anni Bra confermerà la sua crescita, a partire dal rinnovo di diversi edifici. Riguardo poi all’urbanistica, continuerò sulla strada tracciata da Anna Brizio: perseguire uno sviluppo sostenibile, che significa attenzione alle aree verdi, al non consumo eccessivo di suolo, creando un tessuto urbanistico armonico, senza squilibri ambientali".

Luca Sottimano

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium