/ Cronaca

Cronaca | 18 giugno 2024, 08:05

Sbarcato a Caselle dal Canada con 10mila euro e assegni in bianco: sospettato di riciclaggio

L’uomo è stato fermato a seguito di un controllo congiunto tra funzionari delle Dogane e Finanza. Nei primi mesi dell’anno 2,6 milioni di euro intercettati nello scalo torinese

Sbarcato a Caselle dal Canada con 10mila euro e assegni in bianco: sospettato di riciclaggio

Sequestrati 10 mila euro e quattro assegni in bianco a un passeggero proveniente da un volo del Canada e sbarcato a Caselle Torinese. L’ipotesi è quella di riciclaggio per cui verranno fatti ulteriori accertamenti. Nell’ultimo mese sono state 35 violazioni valutarie contestate, 144 da inizio anno, corrispondenti i a 2,6 milioni di euro di valuta intercettata e 37mila euro di sanzioni applicate  dai funzionari della Sezione Operativa Territoriale di Caselle Torinese dell’Ufficio delle Dogane di Torino e dai militari della locale Compagnia della Guardia di Finanza in servizio presso l’aeroporto Sandro Pertini.

Il tutto è stato possibile grazie a verifiche mirate, costante analisi dei rischi e dei flussi, unite a una solida esperienza di indagine psicologica dei comportamenti e delle reazioni dei passeggeri in transito.

"Nel secondo trimestre 2024 - scrive in una nota l’Agenzia dell Dogana e dei Monopoli di Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta -  i risultati positivi registrati nel primo, con aumenti dei controlli sul denaro contante non dichiarato al primo ufficio doganale di confine per importi uguali o superiori a € 10.000: un adempimento previsto dal Regolamento UE 2018/1672 per le movimentazioni in entrata e uscita dall’Unione Europea e dal Decreto Legislativo 195/2008 per quelle in entrata e in uscita dal territorio nazionale al fine di contrastare l’introduzione dei proventi da attività illecite nel sistema economico e finanziario dell’Unione e dello Stato. Confermate anche le rotte maggiormente a rischio per questo genere di violazioni, in entrata soprattutto da Paesi extra UE interessati da dinamiche inflattive. Attenzione ai flussi di denaro contante non dichiarato, contrasto ad antichi e nuovi fenomeni di contraffazione, vigilanza sull’introduzione illegale di farmaci nel territorio dello Stato costituiscono gli obiettivi dei controlli svolti in particolare nell’ultimo mese."

 

 

A Caselle i funzionari ADM insieme ai militari delle Fiamme Gialle effettuano inoltre attività di contrasto alle attività illecite in ambito extratributario che ha portato a intercettare un carico di 4.400 pezzi fra capi d’abbigliamento, accessori ed etichette occultati nei bagagli al seguito di una viaggiatrice di origine senegalese. Si trattava di 35 kg di merce sommariamente confezionata, non scortata da documentazione commerciale e di fattura non adeguata ai marchi riportati (fra gli altri, Gucci, Prada, Elisabetta Franchi, Hermès e Louis Vuitton), è stata giudicata contraffatta dai funzionari e militari addetti ai controlli. I periti delle società titolari dei marchi, immediatamente contattati, hanno confermato la riproduzione non autorizzata. La donna ora dovrà rispondere del reato di Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, per il quale è stato aperto un fascicolo presso la Procura della Repubblica di Torino.

Altro caso su cui ADM e FInanza hanno operato è la confisca di circa 50 confezioni di farmaci importati da passeggeri in arrivo dal Ghana in assenza della prescritta autorizzazione. Le attività di controllo sui cosiddetti farmaci illegali sono connesse ad una normativa complessa e articolata che prevede che l’importazione di farmaci possa avvenire solo in determinati casi e a seguito del rilascio di un’autorizzazione all’importazione o alla commercializzazione da parte delle competenti autorità, ovvero AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) e Ministero della Salute.

"La collaborazione interistituzionale - conclude la nota ADM - sancita con il Protocollo d’Intesa firmato da Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Guardia di Finanza si sta dispiegando in tutte le attività e le operazioni antifrode utili al sistema Paese, in particolare nei punti di ingresso costituiti dalle frontiere terrestri, aeroportuali e portuali."

redazione

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium