/ lavocedialba.it

lavocedialba.it | 17 giugno 2024, 19:40

La cooperativa vitivinicola Terrenostre di Cossano Belbo festeggia i 62 anni di attività con una grande festa

Come ogni anno è stata l'occasione per parlare di vino e futuro

La cooperativa vitivinicola Terrenostre di Cossano Belbo festeggia i 62 anni di attività con una grande festa

Duecento soci, circa 450 ettari di vigneti, soprattutto coltivati a Moscato d’Asti docg, e un’incredibile fede nei vitigni mitici del Piemonte, come la Barbera, il Dolcetto e la Favorita, qui declinata con il nome di Furmentin. Terrenostre, la cooperativa vitivinicola di Cossano Belbo, presieduta da Felicino Bianco e diretta da Loris Filante, spegne quest’anno 62 candeline  e, come di consueto, ha festeggiato con un grande pranzo aperto ai soci.

ra gli invitati anche i vertici del Consorzio dell’Asti (il presidente Stefano Ricagno) e molte autorità regionali (il governatore Alberto Cirio e il vicepresidente del Consiglio Franco Graglia), provinciali (il presidente Luca Robaldo e il consigliere Massimo Antoniotti) e molti sindaci del territorio, accolti dal primo cittadino cossanese, Luca Luigi Tosa.

La festa, come ogni anno, è stata l’occasione per parlare di vino e di futuro: il conferimento medio delle uve è passato, nel tempo, dai 3.500 quintali delle prime annate agli oltre 40mila delle ultime vendemmie, con più dell’85% di uva a doc e docg di diverse tipologie, ma tutte tipiche dell’area piemontese e in particolare delle Langhe. Tutte le uve, infatti, provengono esclusivamente dai soci che hanno l’obbligo di conferire per intero in cantina la propria produzione. Non vengono acquistate uve provenienti da viticoltori che non aderiscono alla società.

La cooperativa, fondata nel 1961 da un piccolo gruppo di 31 contadini, costituisce nel territorio di Langa un prezioso elemento di salvaguardia delle tradizioni vinicole: l’obiettivo primario che la cantina Terrenostre si è posta, fin dagli inizi, consiste nel produrre vini di elevata qualità. La cooperativa cossanese ha iniziato la propria attività con la vendemmia dell’annata 1962.

 

cs

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium