/ Politica

Politica | 16 giugno 2024, 12:02

Enrico Costa (Azione) in marcia di ritorno verso Forza Italia?

Lo confida il capogruppo azzurro alla Camera Paolo Barelli al quotidiano Il Foglio. Le voci rimbalzano da Roma a Cuneo, dove - venerdì 28 alla sala Falco della Provincia - ci sarà un incontro Costa – Marattin dal titolo evocativo: “Il momento delle scelte”, ultima chiamata (senza troppa convinzione) per il Terzo polo

Enrico Costa con Antonio Tajani

Enrico Costa con Antonio Tajani

Il quotidiano Il Foglio, che sulle questioni politiche non è propriamente radio-scarpa, indica Enrico Costa, insieme alle colleghe, come lui di matrice forzista, Mara Carfagna e Maria Stella Gelmini, in marcia verso Forza Italia.

I tre parlamentari, che avevano abbandonato Forza Italia per aderire ad Azione, non condividono l’idea di apertura al Pd manifestata dal loro leader Carlo Calenda e parrebbero disposti a fare fagotto e tornare alla casa madre. Per il deputato monregalese, vicesegretario nazionale e commissario piemontese, sarebbe il terzo ritorno in FI, dopo due precedenti fuoriuscite.

L’annuncio è stato dato, in termini sibillini ma nemmeno troppo, da Paolo Barelli, capogruppo azzurro a Montecitorio: “Presto – ha dichiarato al quotidiano diretto da Claudio Cerasa - arriveranno tre nuovi deputati dell’ex e ormai defunto Terzo polo, tra ex renziani ed ex calendiani”.

Dal partito di Antonio Tajani trapelano i nomi: Costa, Carfagna e Gelmini, segno appunto che le interlocuzioni sono già in fase avanzata. I parlamentari smentiscono informalmente, ma le voci si rincorrono e da Roma rimbalzano a Cuneo, dove ancora regna euforia per l’affermazione della Lista Cirio alle regionali, lista di cui i “costiani” sono stati fra i maggiori sponsor.    

Ora, per ottimizzare il risultato elettorale in vista di prossimi appuntamenti – il primo è il rinnovo del Consiglio provinciale previsto per settembre – Costa e Robaldo sono già affaccendati per dar vita ad una maggioranza di loro gradimento e cioè con Fratelli d’Italia e Pd all’angolo.

A Cuneo, per venerdì 28 giugno alle 18, nella sala Falco della Provincia, ci sarà un incontro pubblico tra Enrico Costa (Azione) e Luigi Marattin (Italia Viva) dal titolo evocativo: “Il momento delle scelte”. Un evento che costituisce una sorta di ultima chiamata (senza troppa convinzione) per il Terzo polo, che risulta essere stato accolto con freddezza dai vertici provinciali di Italia Viva. Infatti, naufragato il tentativo di mettersi insieme, le strade di Azione e Iv alle regionali del Piemonte si sono divise: la prima ha scelto Cirio, i renziani Pentenero.
 
Ma è stato soprattutto il risultato delle europee a recitare il de profundis per i partiti di Renzi e Calenda, accomunati ormai dal solo e impietoso dato elettorale del non superamento della soglia di sbarramento, che non ha consentito loro di esprimere alcun rappresentante a Bruxelles.
 
Ci sarà da divertirsi con il calciomercato estivo”, chiosa l’articolo de Il Foglio a proposito del movimento di carriaggi. Il Foglio pensava all’emiciclo ma anche nel Cuneese, nel nostro piccolo, non ci faremo mancare nulla.

Giampaolo Testa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium