/ Politica

Politica | 23 maggio 2024, 17:11

Monteu Roero, parla il candidato a sindaco Paolo Rosso: "Queste le nostre priorità se saremo eletti alla guida del paese"

Classe 1976, già assessore e consigliere comunale tra il 2009 e il 2014, presidente del Cda di Casa Serena, è alla testa della lista "Vivere Monteu": “Il nostro programma è incentrato sulla ricerca del miglioramento dei servizi alle persone. Supporto allo sviluppo della Comunità Energetica Rinnovabile del Roero”

Alcuni momenti dell'incontro di presentazione del programma

Alcuni momenti dell'incontro di presentazione del programma

Monteu Roero è un paese di soli 1.600 abitanti, che si estende però su un territorio di 24 kmq, tra i più vasti del Roero. Le Rocche, i loro misteri, i loro boschi lo circondano, ne segnano la conformazione. Ha una parte di territorio pianeggiante, rivolta verso il Torinese, una parte collinare ricca di vigneti e frutteti, non mancano piccole e medie aziende manifatturiere.

Abbiamo incontrato Paolo Rosso, candidato a sindaco con la lista numero 2 “Vivere Monteu” nelle prossime elezioni amministrative di sabato 8 e domenica 9 giugno.

 

Chi è Paolo Rosso?

"Classe 1976, da ventitré anni sono sposato a Monteu Roero, sono padre di tre figli. Impiegato, già assessore e consigliere comunale tra il 2009 e il 2014, presidente del Consiglio di Amministrazione di Casa Serena, vice-presidente A.t.s. delle case di riposo di Canale, Monteu e Sommariva del Bosco. Già presidente del Consiglio d’Istituto di Canale, a cui il plesso scolastico di Monteu appartiene, sono anche membro di alcuni consigli parrocchiali tra cui quello economico della Parrocchia di Sant'Anna e cerimoniere dell'Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero, dove sono stato delegato nel Consiglio di Valorizzazione Roero e del Distretto del Cibo del Roero".

Com’è costituito il suo programma?

"Il nostro programma è incentrato sulla ricerca del miglioramento dei servizi alle persone partendo dalla scuola dell’infanzia e primaria, ai giovani, per esempio con l’introduzione della cerimonia ufficiale di consegna della Costituzione Italiana e tutti i neo maggiorenni potranno usufruire di un importante sconto sull’affitto del nuovo salone polifunzionale recentemente intitolato a Don Lino Brossa.

Attenzione per i nostri anziani, che hanno contribuito a rendere così attraente e bella tutta Monteu Roero, attraverso servizi da erogare col contributo del Consorzio Socio Assistenziale, come già messo in atto da altri comuni limitrofi. Un altro tema importante è la viabilità stradale con tre dinamiche: costante manutenzione di strade e fossi sulle comunali; rafforzamento del dialogo con la Provincia per migliorare alcuni punti critici; implementazione della convenzione, già in atto, con le polizie municipali del Roero.

Fondamentale sarà il tema della gestione sempre migliore degli edifici pubblici per risparmiare e, allo stesso tempo, creare bellezza. Daremo supporto allo sviluppo della CER (Comunità Energetica Rinnovabile del Roero) a cui Monteu Roero ha aderito". 

Altri argomenti prioritari?

"Un altro tema è l’implementazione delle opportunità derivanti da bandi pubblici e privati per ottenere risorse pubbliche. Sarà importante l’attivazione di un servizio comunale di supporto alle aziende monteacutesi, di tutti i settori, per renderle sempre più protagoniste nei bandi promossi da enti pubblici e fondazioni. L’architetto Luisa Careglio, candidata consigliera, ha illustrato le opportunità presenti durante la serata di presentazione. Fondamentale sarà il supporto alla Parrocchia per interventi sul proprio patrimonio immobiliare religioso e civile, anche in virtù dell’esperienza maturata nella buona gestione dei beni della Chiesa di Sant’Anna, ove recentemente abbiamo partecipato con successo al bando della Fondazione CRC. Parlando di anima, parliamo delle associazioni che sono il vero motore di moltissime iniziative monteacutesi a cui andrà tutto il supporto possibile.  A tal proposito, proprio per aiutare la diffusione dell’informazione a livello locale e non solo, il nostro programma prevede un momento di confronto e di coordinamento creando un calendario eventi di respiro annuale".

Quali sono i principali problemi che la prossima amministrazione di Monteu si troverà a dover affrontare?

"Ci sono molte possibilità per gestire sempre meglio la macchina pubblica con senso di equilibrio e rispetto delle varie aree di competenza".

I servizi essenziali del paese oggi sono funzionali? Migliorabili?

"I servizi essenziali ad oggi sono garantiti e riteniamo possano ancora essere ancora migliorati. I prossimi anni saranno determinanti per accrescerne il valore di fronte a difficoltà demografiche crescenti".

Dove pensate di incidere maggiormente per cambiare in meglio la vita di chi vive a Monteu o in una delle sue frazioni?

"Monteu Roero è un comune con differenti anime tutte importanti, con una comunicazione implementata e costante manutenzione e presenza su tutto il territorio si cercherà di affrontare le varie sfide. Sicuramente la crescita turistica del nostro territorio potrà stimolare ulteriormente una cura sempre maggiore del territorio in contemporanea ad una crescita della consapevolezza che abitiamo in un posto ricco di bellezza, ma che può diventarlo ancor di più".

Le chiese di San Nicolao e San Bernardino, il castello dei Roero, beni culturali importanti e attrazioni turistiche: come intendete lavorare per la loro valorizzazione?

"Sono tutti e tre splendidi gioielli monteacutesi. Il primo sta per iniziare un percorso finalizzato alla risoluzione dei problemi legati alla volta, il secondo è in comodato al Comune che ha investito fortemente a partire dalle amministrazioni dei primi anni 2000. Ora grazie al supporto della rete museale diocesana e all’Associazione Bel Monteu sta conoscendo una seconda giovinezza. Il Castello di Monteu Roero, è un bene di proprietà delle Distilleria Berta ed è gestito per una sua valorizzazione dalla meritoria attività di Bel Monteu".

Ambiente e sostenibilità sono temi ricorrenti in qualsiasi programma elettorale. A suo parere Monteu Roero è a rischio in caso di fenomeni atmosferici particolarmente gravi? Ha delle fragilità che si possono compensare?

"Tutto il Roero presenta notevoli fragilità idrogeologiche, nell’eventualità di prossimi bandi regionali si potranno studiare, con gli enti competenti, l’efficacia di invasi come già sono stati realizzati in alcuni paesi limitrofi. Altri temi, notevolmente più complessi, come il recupero del patrimonio boschivo e la valorizzazione della filiera del legno, sono sfide non ancora risolte a livelli ben più alti di quello comunale. Ma potrebbe valere la pena creare informazione e creare sinergie d’ambito, sempre con equilibrio". 

Il “problema” della casa di riposo si risolverà? Come vi muoverete?

"La Fondazione Casa di riposo Casa Serena Onlus proprietaria dell’immobile e delle relative autorizzazioni sanitarie, ha dato in affitto tutta l’operatività a una società esterna già nel giugno scorso. Attualmente è in corso una procedura concertata con il Tribunale di Asti per la vendita. Il Cda attuale, in carica dal 2022, sta lavorando alacremente per giungere al traguardo del salvataggio della struttura salvaguardando ospiti, lavoratori e fornitori. Il tutto per evitare ben più tristi epiloghi di altre strutture roerine che hanno chiuso recentemente".

Informazione politica elettorale

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium