Attualità - 09 aprile 2024, 16:33

All'aeroporto di Levaldigi l'evento conclusivo della X edizione di "Eureka!" [VIDEO]

Oltre 400 le scuole partecipanti. Tra gli 84 manufatti presentati a vincere è stato quello dell'elementare "Vaglio" di San Michele Mondovì

All'aeroporto di Levaldigi l'evento conclusivo della X edizione di "Eureka!" [VIDEO]

Si è svolta nella mattinata odierna, martedì 9 aprile, presso l’hangar del Cuneo Airport di Levaldigi, la cerimonia di premiazione provinciale del progetto “Eureka! Funziona!”, il progetto di orientamento ed educazione all’imprenditorialità promosso da Federmeccanica, in accordo con il Miur, destinato ai bambini della scuola elementare e finalizzato a orientare gli studenti delle scuole primarie al “saper fare” quest’anno focalizzato sul tema “Creare un movimento”.

All’edizione 2024 hanno preso parte i plessi scolastici dei Comuni di Alba, Barge, Bra, Cuneo Oltrestura, Diano d’Alba, Villanova Solaro, Racconigi, Sanfrè, Verzuolo, Villanova Mondovì e San Michele Mondovì, coinvolgendo circa 400, tra alunni e alunne, per un totale di 84 manufatti presentati.



«Sono alla mia sesta edizione di “Eureka! Funziona!” come presidente della Sezione Meccanica di Confindustria Cuneo – dichiara Marco Costamagna – e ogni anno osservo con la stessa emozione i bei lavori realizzati dagli studenti e dalle studentesse delle classi quinte delle scuole primarie della nostra provincia. L’edizione 2024 ha visto la manifestazione tornare sui livelli pre Covid, con un numero molto elevato di partecipanti, cosa che ci fa particolarmente piacere. Soprattutto siamo positivamente colpiti dalla qualità dei manufatti proposti, alcuni dei quali caratterizzati da un livello tecnologico significativo: questo ci fa ben sperare per il futuro del settore metalmeccanico. Il nostro auspicio è che un giorno, molti di questi e queste giovani – anche memori della bella esperienza di “Eureka! Funziona!” – possano decidere di diventare ingegneri o tecnici per portare avanti il progresso tecnologico che caratterizza la nostra provincia. Alla base di questo progetto scolastico c’è l’intento di far conoscere e applicare i principi elementari, ma comunque complessi, della meccanica, per stimolare le nuove generazioni a prendere confidenza con il “saper fare” e le materie scientifico-tecnologiche. Partire dall’ultimo anno delle scuole primarie significa fare un primo passo, ma particolarmente importante, perché tra un anno e mezzo i ragazzi e le ragazze che oggi hanno partecipato ad “Eureka! Funziona!” dovranno fare una scelta circa la scuola secondaria superiore a cui iscriversi e quindi è fondamentale far conoscere loro le tematiche vicine al mondo della meccanica. La nostra provincia ci sta riuscendo, perché ogni anno gli istituti scolastici rispondono bene a “Eureka!Funziona!”, coinvolgendo sempre un numero elevato di classi».



Si respirava aria di grande curiosità all’ingresso dell’aeroporto, sia per il desiderio di scoprire i lavori effettuati dai vari gruppi, sia per l’inedita location: presso l’hangar, a fianco della pista di atterraggio cuneese, si sono potuti ammirare non solo giocattoli in movimento, frutto del brillante ingegno e dell’entusiasmo delle nuove generazioni, ma anche velivoli colorati ed imponenti che hanno catturato l’attenzione dei presenti.

La Commissione valutazione, composta da Annalisa Pastore di Bipaled di Bra, in rappresentanza del Gruppo Giovani Imprenditori, Fabrizio Carle, professore presso l’Istituto Superiore “Vallauri” di Fossano, e da Marco Costamagna, presidente della Sezione Meccanica nonché amministratore delegato di Biemmedue Spa, ha decretato il podio (con i primi classificati che parteciperanno alla finale nazionale, in programma il 16 maggio a Torino) e alcuni premi speciali.

A consegnarli lo stesso Marco Costamagna, “padrone di casa” e presentatore dell’evento, accompagnato da Giuliana Cirio, direttore generale Confindustria Cuneo, Silvia Allochis, Studio Leonardo Srl, e Mauro Danna, vicedirettore Confindustria Cuneo.

La mattinata si è conclusa con l’intervento Aron Buiat, dell’Enav, l’ente che gestisce lo spazio aereo italiano, che ha condotto gli studenti in un viaggio tra i cieli nazionali e no. Il progetto è stato sostenuto da Confindustria Cuneo e Camera di Commercio di Cuneo, mentre la giornata conclusiva ha potuto contare sul contributo di Ferrero Spa, Bottero spa, Alstom Italia, Lurisia e Studio Leonardo.

I premi assegnati

1° Classificato – Candidato alla Gara Nazionale
Istituto Comprensivo di San Michele Mondovì, Scuola Elementare “Francesco Vaglio”
Nome del manufatto: “La ruota delle regioni”, costruito dal gruppo “I susini meccanici”
Motivazione: qualità e complessità dell’idea progettuale; completa applicazione del principio del movimento; funzionamento eccellente; conciliazione degli aspetti ludici con quelli dell’apprendimento; estetica molto gradevole; unici a presentare il progetto mediante supporto informatico (pubblicità).



2° Classificato
Scuola Primaria “Willy Burgo” di Verzuolo
Nome del manufatto: “I 2.000 punti sotto i mari”, costruito dal gruppo di lavoro “Macchina gialla”
Motivazione: completa applicazione del principio del movimento; funzionamento eccellente; armonia nelle proporzioni del manufatto e nel cromatismo; utilizzo completo di tutti i componenti del kit; cura nella redazione del Diario di Bordo e della pubblicità che risulta allineato all’idea progettuale.

3° Classificato
Scuola Elementare “Gianni Rodari” di Alba
Nome del manufatto: “L’orso ha fame” costruito dal gruppo “Le amiche degli animali”
Motivazione: completa applicazione del principio del movimento; buona cura dei dettagli (copri batteria); utilizzo equilibrato dei colori.

Premi Speciali
Miglior Disegnatore Tecnico
Eleonora Bruno
Scuola Bra 1, “Edoardo Mosca”
Nome del manufatto: “Teatrino nello spazio” dal gruppo “Piccoli geni”
Motivazione: Uno dei pochi manufatti accompagnati da un disegno tecnico di qualità sia dal punto di vista delle proporzioni, delle quote e nei concetti tecnici.

Miglior Costruttore
Andrea Circhirillo
Scuola “Giovanni Arpino”, Sommariva Del Bosco (Sanfrè)
Nome del manufatto: “I Love ovovia” dal Gruppo 1
Motivazione: Idea progettuale originale, complessa che invita i giocatori alla creatività. Manufatto realizzato con cura dei particolari.

Miglior Estensore Del Diario Di Bordo
Eleonora Valle
Scuola Bra 1, “Edoardo Mosca”
Nome del manufatto: “Ruota panoramica” dal gruppo “Junior Einstein”
Motivazione: Apprezzamento della completezza e della originalità nell’estensione del diario, nonostante sia scritto a mano (molto ordinato, grafia comprensibile, scelta cromatica gradevole nonché buon rispetto delle proporzioni)

Miglior Pubblicitario
Olimpia Curati
Scuola di Madonna Del Pasco, Villanova Mondovì
Nome del manufatto: “Save the bee” del gruppo di lavoro “Api”
Motivazione: messaggio di attualità su un tema green di grande sensibilità; graficamente ben fatto, così come l’estetica del progetto

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU