/ Cronaca

Cronaca | 02 aprile 2024, 19:27

Accoltella un uomo a Mondovì, i RIS: "Sull'arma non c'è il DNA dell'imputato"

Accusato di tentato omicidio, l'uomo si trova a processo al Tribunale di Cuneo. Alla base del gesto avvenuto nel novembre 2022 in piazza Mellano ci sarebbe una resa di conti fra connazionali

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Una resa dei conti finita in accoltellamento. Questo quanto avvenne alle prime ore dell’otto novembre di due anni fa in piazza Mellano a Mondovì. Da una parte quattro uomini, tutti di origine marocchina, dall’altra la vittima, loro connazionale, che venne colpita al fianco verosimilmente da R.E.H., ora imputato al tribunale di Cuneo.

L’uomo, accusato di tentato omicidio, lesioni e porto d’arma abusivo era stato ripreso dalle videocamere di sorveglianza giungere sul posto con la vittima a bordo di una Seat Altea. “Dai filmati – ha iniziato a spiegare il vicebrigadiere dei carabinieri intervenuto quella notte – si vedono poi arrivare gli altri tre soggetti a piedi. L’auto era intestata alla moglie di R.E.H. Dopo poco uno del gruppo ha sferrato un calcio all’imputato. È stato molto veloce, infatti non siamo riusciti ad acquisire il frame”. Come illustrato, i quattro si spostarono poi verso una zona della piazza fuori dal campo delle videocamere. “Al nostro arrivo - ha continuato il militare – abbiamo trovato la vittima a terra che lamentava di essere stato colpito al fianco. A destra c’era R.E.H., girato di schiena con la faccia riversa. Non ha proferito parola. Sul posto è stata anche rinvenuta l’arma, un coltello lungo e sottile che però data la posizione, pareva fosse stato collocato lì da una delle persone presenti ai fatti”.

L’analisi sul coltello effettuato dai Ris di Parma aveva permesso di tracciare alcuni profili genetici: sulla lama erano presenti tracce ematiche riconducibili alla vittima, mentre sul manico erano presenti alcuni residui biologici riconducibili al soggetto che aveva sferrato il calcio a R.E.H. Quanto al DNA dell’imputato, le analisi diedero esito negativo.

La conclusione dell’istruttoria è stata fissata per il 10 aprile.  

CharB.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium