Scuola e corsi - 27 marzo 2024, 09:37

La Ferrero Mangimi ha aperto le proprie porte agli studenti dell'istituto Umberto I di Cussanio

L'azienda di Farigliano ha ricevuto i futuri maturandi nel suo stabilimento di frazione Loreto a Fossano, e nel laboratorio analisi di controllo qualità

La Ferrero Mangimi ha aperto le proprie porte agli studenti dell'istituto Umberto I di Cussanio

Martedì 26 marzo la Ferrero Mangimi Spa di Farigliano ha aperto le porte agli studenti del 5° anno della scuola superiore I.I.S. Umberto I, sezione di Cussanio.

Un momento di condivisione e di formazione che ha permesso agli studenti di conoscere da vicino il mondo della mangimistica grazie a Ferrero Mangimi, che ha ricevuto i futuri maturandi nel suo stabilimento di Fossano, frazione Loreto, e nel laboratorio analisi di controllo qualità.

Ferrero Mangimi dal 2019 fa del Gruppo Chiola, filiera agroalimentare di eccellenza e leader del settore suinicolo italiano.

Un incontro frontale con Massimo Spertino, amministratore delegato di Ferrero Mangimi, e con tecnici e formulisti dell’azienda ha permesso agli studenti di comprendere l’importanza che rivestono il settore mangimistico e, in generale, quello zootecnico nel nostro Paese. 

La visita all’azienda e al laboratorio analisi di Ferrero Mangimi è stata un importante momento di confronto e approfondimento per gli studenti che si apprestano a concludere il loro percorso formativo. 

In primis, si è posta l’attenzione al discorso legato al futuro del settore zootecnico italiano, che vede gli operatori del settore proiettati ad un lavoro di partnership e di Filiera per poter affrontare le sfide di sostenibilità ambientale e sociale richieste e indispensabili per il futuro del settore.

Lo stabilimento di Fossano, uno dei 5 impianti produttivi dell’azienda, è un fiore all’occhiello in fatto di tecnologia produttiva, qualità e sicurezza sul lavoro.

L’ ad Spertino afferma: “la formazione dei giovani è un dovere al quale non ci si deve sottrarre. Dare la possibilità ai giovani studenti, lavoratori del futuro, di poter vedere con mano e capire la realtà del mondo del lavoro, permetterà loro di fare delle scelte consapevoli indirizzandoli a soddisfazioni e possibilità di crescita imprescindibili per il loro futuro lavorativo”. 

L’incontro è stato caratterizzato da un alto livello di attenzione e interesse da parte degli studenti, sapientemente guidati dal professor Lorenzo Vignes, che ha dimostrato la bontà dell’iniziativa messa in atto.

La giornata è proseguita con la visita presso l’azienda di vacche da latte Olmetto di Diale Antonio e Mauro a Villafalletto, storico cliente della Ferrero Mangimi.

Durante la visita, guidata dai veterinari Ferrero, si è posta l’attenzione sulla sinergia che si crea tra mangimista e allevatore frutto di una collaborazione proficua. 

Il professor Vignes afferma quanto sia "fondamentale per gli alunni interfacciarsi con una realtà professionale e lavorativa di così grande spessore, per riuscire ad avere momenti formativi che vadano oltre la sola modalità frontale". 

L’incontro ha concorso a incrementare le conoscenze in ambito zootecnico e mangimistico ed è risultato un momento di grande apprendimento per i nostri giovani studenti legati alla realtà agricola zootecnica del nostro territorio.

C. S.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

SU