/ Cronaca

Cronaca | 01 marzo 2024, 10:25

Omicidio Cella, il Gup di Genova: "Per Annalucia Cecere non si deve procedere"

Stamane il giudice del tribunale di Genova ha deciso in merito alla posizione dell'insegnante residente a Mellana di Boves, accusata di essere l'autrice del delitto di via Marsala a Chiavari. Prosciolti anche il commercialista Soracco e sua madre

Nada Cella

Nada Cella

Non andrà a processo perché il gup del tribunale di Genova, Angela Nutini, ha pronunciato il "non luogo a procedere".

Questa la decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla pubblica accusa nei confronti di Annalucia Cecere, l’ex insegnante residente a Mellana di Boves accusata di essere l’autrice dell’omicidio della giovane Nada Cella. Il delitto occorse 28 anni fa a Chiavari, in Liguria, presso lo studio del commercialista Marco Soracco, dove la vittima lavorava come segretaria.

Il giudice, stamani, ha ascoltato le repliche del pubblico ministero Gabriella Dotto, che aveva esercitato l’azione penale nell’udienza del dicembre scorso, e quelle degli avvocati difensori.

Seduta sui banchi degli imputati, però, non c’era solo Annalucia Cecere. Con lei c'erano sono anche il commercialista Marco Soracco e la madre del professionista Marisa Bacchioni. Anche per loro non ci sarà un processo. I due erano infatti accusati aver dichiarato il falso in interrogatorio e di favoreggiamento.

CharB.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium