/ Attualità

Attualità | 28 febbraio 2024, 17:06

Cherasco, turisti in aumento: nel 2023 superata la soglia delle 31mila presenze

In media, i visitatori hanno trascorso meno di due notti sul territorio comunale. L'assessore Bottero: "Questi parametri fanno del turismo uno dei settori di punta della nostra economia"

Cherasco, turisti in aumento: nel 2023 superata la soglia delle 31mila presenze

Presenze in aumento e pernottamenti in crescita: l’apprezzamento dei turisti per la Città delle paci è racchiuso nei numeri diramati dagli uffici comunali, indicatori che confermano lo stato di salute del comparto ricettivo locale. Nel 2023 le 51 strutture dislocate fra capoluogo e frazioni hanno registrato oltre 31.700 turisti, contro i poco più di 30.100 dell’anno precedente. Andamento al rialzo anche per i pernottamenti (cioè le giornate trascorse sul territorio comunale, registrate ai fini della riscossione dell’imposta di soggiorno): nel 2023 hanno superato quota 50mila, a fronte dei 47.900 censiti nei dodici mesi precedenti.

In media, i visitatori hanno trascorso meno di due notti sul territorio comunale: Cherasco dunque è la meta ideale per brevi permanenze immerse nell’arte e nella natura, accompagnate da buon cibo. Proposte di qualità che sono valse, il 4 febbraio scorso a Milano, la conferma alla città della “Bandiera arancione” del Touring club italiano. Il riconoscimento viene attribuito ai borghi con meno di 15mila abitanti per la qualità della ricezione e delle proposte artistiche.

Bed and breakfast e locazioni turistiche sono le tipologie di strutture alberghiere più diffuse: si contano 15 attività nella prima categoria e 14 nella seconda. Gli affittacamere attivi fra capoluogo e frazioni sono 11; 7 le realtà agrituristiche, 4 gli alberghi. L’importanza del comparto è testimoniata anche dal gettito tributario per le casse comunali: nel 2023 l’imposta di soggiorno ha generato incassi per 74mila euro, 4mila in più rispetto all’anno precedente.

Commenta l’assessora Elisa Bottero, titolare della delega all’accoglienza turistica: «L’andamento positivo degli indicatori relativi alle presenze di visitatori sul territorio comunale dimostra, da un lato, la capacità attrattiva delle innumerevoli manifestazioni enogastronomiche e culturali, dall’altro il livello di specializzazione raggiunto dagli operatoti del settore culinario e alberghiero. Questi parametri fanno del turismo, che ha ormai superato l’emergenza Covid-19, uno dei settori di punta della nostra economia»

c.s.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium