/ Sport

Sport | 26 febbraio 2024, 19:13

Calcio Serie D: Bra-Alcione, la Corte d'Appello dà nuovamente ragione al club milanese

Respinto il ricorso del club piemontese difeso dall'avvocato Giuseppe Rosati, fratello del patron del Varese Antonio

Calcio Serie D: Bra-Alcione, la Corte d'Appello dà nuovamente ragione al club milanese

"La Corte Sportiva d'Appello... nell'udienza tenutasi a seguito del reclamo proposto dalla società A.C. BRA avverso la decisione in merito alla gara Bra-Alcione... uditi l'Avv. Giuseppe Rosati per la reclamante e l'Avv. Cesare Di Cintio per la società Alcione Milano... respinge il reclamo": la decisione è arrivata poco fa e, dunque, dà nuovamente ragione ai milanesi sulla vittoria ottenuta sul campo a Bra e messa nuovamente in discussione dai piemontesi che contestavano la data di nascita dichiarata nella documentazione del giocatore Diop, schierato come under (2005) ma secondo il Bra nato in realtà nel 2002.

LA CORTE SPORTIVA D’APPELLO III SEZIONE

composta dai Sigg.ri: Patrizio Leozappa - Presidente, Fabio Di Cagno - Vice Presidente, Alberto Urso - Componente (relatore), Giuseppe Gualtieri - Rappresentante A.I.A.

nell'udienza fissata il 26 febbraio 2024, tenutasi in videoconferenza a seguito del reclamo n. 0217/CSA/2023-2024, proposto dalla società A.C. BRA A.S.D. in data 12.02.2024 avverso decisione merito gara Bra/Alcione del 3.12.2023;

uditi l'Avv. Giuseppe Rosati per la reclamante e l'Avv. Cesare Di Cintio per la società Alcione Milano SSD a RL; ha pronunciato il seguente

Respinge il reclamo in epigrafe.

redazione varesenoi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium