/ Attualità

Attualità | 11 febbraio 2024, 17:06

Domani, lunedì 12 febbraio, l’addio a Dario Osella nella sua Caramagna Piemonte

Con la moglie Anna il ‘patron dei formaggi’ era molto amato in paese per la creazione della Fondazione Osella-Carlotti e per l’impegno nel sociale, l’aiuto al prossimo e la grande umiltà

Dario Osella aveva 92 anni

Dario Osella aveva 92 anni

Dario Osella è mancato ieri (sabato 10 febbraio) all’età di 92 anni nella sua Caramagna dove lo scorso 31 agosto aveva perso la sua adorata moglie, compagna di vita e di lavoro, Anna Carlotti di 89 anni.

La coppia era molto amata a Caramagna, dove Dario aveva fondato nel 1952 le ‘Fattorie Osella’ e, il 4 gennaio 1958, era convolato a nozze con Anna. Avevano vissuto 65 anni assieme, molti dei quali anche in ambito lavorativo. La signora Anna era ragioniera e quando l’azienda era ancora a conduzione familiare si occupava dell’amministrazione e della contabilità.

Come tante coppie che hanno vissuto assieme gran parte della loro vita e un grande amore, durato 65 anni, sono mancati a pochi mesi di distanza l’uno dall’altra.

L’amore di Dario Osella per la consorte Anna traspare anche quando a fine anni ‘80 durante una gita a Vinadio, in valle Stura, assieme a dei malgari, scoprì la fonte dell’Acqua Sant’Anna.

Osella fu colpito dal nome della nota acqua minerale che traeva il nome dal vicino Santuario di Sant’Anna di Vinadio, ma nello stesso tempo rievocava il nome di sua moglie. E pare quasi un omaggio alla sua amata consorte il fatto che, ad oggi, la famiglia Osella detiene il 42,5% delle partecipazioni di Acqua Sant’Anna.

A Caramagna li ricordano tutti con grande affetto per tutto quello che hanno fatto a partire dal dare lavoro a molti caramagnesi e abitanti dei paesi limitrofi: oggi lo stabilimento lattiero-caseario delle ‘Fattorie Osella’ conta 120 dipendenti e processa 80 tonnellate di latte al giorno raccolti da 22 fornitori locali.

Il sindaco Francesco Emanuel: “Dario e la moglie Anna sono stati per il nostro paese dei grandi filantropi. Hanno sempre aiutato in ‘maniera silenziosa’ le persone bisognose. Entrambi hanno avuto una vita caratterizzata da generosità ed umiltà, che tutti gli abitanti di Caramagna hanno sempre apprezzato. Un'esistenza dedicata con amore alla famiglia, al lavoro e alle persone bisognose, con la morte di Dario Osella e prima della moglie Anna, sono venuti a mancare due grandi pilastri della nostra società. Tra le tante donazioni sono da ricordare anche quelle fatte al Comune, e alla Diocesi per il restauro delle chiese del paese”.

Nel 2021 proprio per aiutare le persone bisognose era nata la Fondazione ‘Osella Carlotti’ con la finalità di sostenere attività benefiche. La figlia Rossella lo aveva reso noto dichiarando: “La Fondazione Osella-Carlotti, nasce non solo con l’obiettivo di perseguire finalità di solidarietà sociale ma intende contribuire, anche quando la mia famiglia non ci sarà più, alla continuità e sviluppo delle nostre le aziende. Intendo – aveva affermato Rossella - dare continuità ai principi e valori che hanno ispirato i miei genitori e dei quali sono custode: impegno e solidarietà sociale, lavoro, integrità, fermezza, trasparenza e umiltà. Sono orgogliosa che i miei genitori abbiano creato aziende che danno lavoro a tante persone e contribuiscono alla prosperità del nostro territorio”.

Saranno in tanti domani a Caramagna Piemonte a dare l’ultimo saluto al ‘patron dei formaggi’ che lascia i figli Gino e Rossella.

Il funerale sarà celebrato domani, lunedì 13 febbraio, alle 15,30 nella parrocchia Assunzione di Maria Vergine partendo dall’abitazione di vicolo Sant’Abbondio alle 15,15.

Nella stessa chiesa stasera, domenica 11 febbraio, alle 20,30 sarà recitato il rosario.

Anna Maria Parola

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di LaVoceDiAlba.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium